domenica 17 aprile 2016

The walking dead - stagione 6

Eccomi qua, a snocciolare i miei pensieri dopo qualche giorno dalla fine della visione della sesta stagione del telefilm zombifico per eccellenza.

Attenzione, spoiler in arrivo.

Che poi a dir la verità non so nemmeno da che parte cominciare a commentare questa stagione, perchè dal mio punto di vista è stata .. inutile? Salvo l'episodio finale, ed è tutto detto credo.

E' tutto un tutti contro tutti, dove purtroppo però i tutti non sono più gli zombie, ormai relegati a comparse appena citate. Ma si tratta di sopravvissuti contro sopravvissuti, dove il gruppo più forte cerca di costruirsi una pace illusoria tra le quattro mura di una cittadina fortificata. Che poi mi dico, siete in quattro gatti, unici umani in un mondo di mostri, e litigate per chi deve vivere e per chi deve morire?

A parte queste considerazioni extra-telefilmiche, direi che l'unico personaggio che, per assurdo, salvo, è il piccolo Carl, che ormai di piccolo ha solo il cappello che porta in testa. E dico per assurdo perchè non l'ho mai molto amato come personaggio, ed invece mi sono dovuta in parte ricredere.
E' colui che spinge suo padre a non fare sciocchezze, colui che convince la ragazzina a non uscire a combattere, colui che pensa a sua sorella prima di tutto.

Questa volta non c'è Daryl - sempre perennemente in fuga da se stesso - o Glenn - è un personaggio Glenn? - che tenga il confronto. Non c'è nemmeno significato per personaggi come Maggie - incinta ma che vuole combattere - o come Carol - che non è nemmeno capace di scappare come si deve.
Non si salva nemmeno Michonne, che da guerriera assetata di sangue si trasforma in principessina innamorata.

Ripeto, salvo l'ultimo episodio.
Dove qualcuno verrà pestato a sangue.
Ed allora, forse, si ristabilirà l'equilibrio.

2 appunti di viaggio:

MagicamenteMe ha detto...

veramente non l'ho vista mai e non so se mi piacerebbe

acquerello attimo ha detto...

Non conosco la serie ma sapevo che sarebbe valsa la pena di leggere... "Che poi mi dico, siete in quattro gatti, unici umani in un mondo di mostri, e litigate per chi deve vivere e per chi deve morire?" ahahahah, e avevo ragione! :D