martedì 8 marzo 2016

Film weekendieri

Eccomi con un altro mix perfetto di film visti durante il piovoso weekend.

Altri uomini
Film che narra la storia di Michele Croce,  uno dei più importanti esponenti della malavita milanese negli anni '70 ed '80. Dalle rapine alle bische clandestine, dalla prostituzione agli accordi coi politici locali. Dalla vita alla morte, quella dei suoi amici e la sua.
Film di quasi 20 anni fa ispirato al libro autobiografico di Angelo Epaminonda, vede tra i protagonisti il solito gruppetto composto da Claudio Amendola, Ricky Memphis, Tony Sperandeo ed Ugo Conti: per me successo assicurato - ma io sono di parte con film di questo genere!

I giorni del commissario Ambrosio
Il commissario Ambrosio indaga su uno strano incidente: la vittima è uno spacciatore e i due unici testimoni assicurano che si tratti di incidente stradale. Ma nè la signora mezza matta nè il violinista solitario lo convincono. Ambrosio rinuncerà quindi alle meritate ferie per scovare il colpevole.
Uno degli ultimi lavori di Ugo Tognazzi, qua nella parte del commissario, ed uno dei primi lavori importanti di Claudio Amendola. Da una parte la grandezza di un uomo come Tognazzi, dall'altra la gioventù sfacciata di un giovane come Amendola. Film carino, ottimo per gli anni in cui uscì.

Lo stagista inaspettato
Nella società di cui è a capo Jules parte l'iniziativa di assumere degli stagisti senior, ovvero pensionati dotati di esperienza che possano invogliare i giovani dipendenti a rendere di più. Lei si troverà come stagista personale Ben, 70enne molto più sveglio di quello che si possa credere. Dall'iniziale diffidenza all'amicizia eterna il passo è breve.
Film decisamente allegro, simpatico, con battute mai volgari e con personaggi decisamente fuori dagli schemi, merita di essere visto per la grande dote interpretativa di Robert De Niro.

Bronson
La storia vera di Michael Peterson, condannato a 7 anni per rapina ad un ufficio postale. Dietro le sbarre esploderà tutta la sua violenza, portandolo più volte ad essere rinchiuso al manicomio criminale o in istituti di massima sorveglianza. Scontata la pena, tornerà dietro le sbarre a causa di una rissa con degli agenti. La condanna in questo caso, visti i precedenti, sarà esemplare: 30 anni, di isolamento.
Film che alterna attimi di violenza inaudita a scene di una comicità grottesca, in cui Tom Hardy, il protagonista, da il meglio di sè.

0 appunti di viaggio: