sabato 5 dicembre 2015

Film weekendieri

Sono stata un po' monotematica lo scorso fine settimana, lo ammetto.
Ma sapete bene che quando mi parte il trip per un argomento io cerco poi di saperne di più sotto ogni punto di vista.

Memorie di una geisha
Chyio e la sorella Satsu, a causa della malattia della madre, vengono vendute dal padre ad un intermediario: Satsu finirà in un bordello, Chiyo a casa di una geisha. Durante una passeggiata in città Chyio incontrerà il Direttore Generale, uomo d'affari affascinante: sarà lo stimolo per farla diventare una delle geishe più famose. Tutto per arrivare al suo cuore.
Fotografia memorabile, paesaggi stupendi, attori degni di nota, recitazione al top. E' un film che vale la pena guardare, anche per capire veramente cosa sono, cosa fanno e come amano le geishe.

Lettere da Iwo Jima
La battaglia di Iwo Jima, durante la Seconda Guerra Mondiale, vista dalla parte dei giapponesi, che combattono con onore, con lealtà, con referenza. Inferiori numericamente agli americani, e con molte meno armi a disposizione, soccomberanno alla forza statunitense, ma il loro onore ne uscirà intatto.
Film gemello di Flag of our father - che narra la stessa storia ma dal punto di vista americano - colpisce soprattutto per una cosa: i giapponesi erano samurai e vivono tutt'ora seguendo la loro logica di vita. Sia che abbiano una spada in mano o una mitragliatrice.

47 Ronin
Kai, mezzosangue, viene salvato da un Signore locale e cresciuto insieme alla sua bellissima figlia. Quando, durante un torneo per lo Shogun, avverrà un fattaccio e tutti i samurai del Signore verranno banditi dalla città, Kai deciderà di unirsi a loro per vendicare il suo patrigno. E salvare la sua amata da un futuro nefasto.
Storia vera della leggenda dei 47 ronin giapponesi, amalgamata con un po' di fantasy - demoni e stregoneria - è un film vedibile. Non da premio Oscar ma sicuramente meglio di tanti altri. Ottima interpretazione di Keanu Reeves.

Poi ovviamente ho riguardato per la milionesima volta L'ultimo samurai, ma questa è tutta un'altra storia - anche perchè lo so a memoria ma, malgrado questo, il pianto finale singhiozzante è d'obbligo!

2 appunti di viaggio:

Federica ha detto...

è una vita che voglio leggere Memorie di una geisha....

cri ha detto...

47 ronin l'ho affittato in dvd, peccato che mi sia addormentata miseramente.....