giovedì 22 ottobre 2015

Le piccole bugie del cuore

Classico chick-lit letto grazie alle staffette.
Che poi dire grazie è un parolone, ma capirete presto perchè.

Le piccole bugie del cuore
Natalie si trasferisce dalla piccola cittadina di Bath a Londra: lascia famiglia, ex fidanzato, amica e lavoro in una società pubblicitaria per iniziare una nuova vita andando a fare la commessa in una rinomata boutique.
A causa di un disguido postale, si vede recapitare a casa la posta dell'ex inquilina del nuovo appartamento: buste profumate, scritte a mano e, soprattutto, inviti ad eventi di famosi locali.
Cose c'è di male quindi se, per una volta, Natalie decide di indossare i panni della precedente affittuaria per andare a qualche festa? In teoria nulla. In pratica darà il via ad un susseguirsi di fraintendimenti, di bugie, di messe in scena, di pasticci che solo la verità potrà rimettere a posto.

Dovrebbe essere un chick-lit questo romanzo, ovvero una di quelle storielle d'amore o di pseudo-sentimenti che creano buoni pensieri nella testa di chi legge.
A me ha scatenato solo istinti omicidi, verso la protagonista.

Io odio le menzogne. Le bugie, i sotterfugi, le cose inventate .. non fanno per me.
Ci stanno se sono uno scherzo, se tutto finisce in pochi attimi, in poco tempo.
Ma quando queste menzogne prendono il sopravvento tanto da non sapere più da che parte girarsi per non far uscire la verità .. ecco, in quei casi mi prudono le mani.

A Natalie poi, che di frottole ne spara parecchie, va anche tutto bene!
Finale da e vissero tutti felici e contenti, tutti che la amano, tutti che la perdonano, tutti che la capiscono.
A mazzate in testa la capirei io!

Bocciato, senza opportunità di rivalsa.

3 appunti di viaggio:

acquerello attimo ha detto...

Ahahah a mazzate in testa ..! Mi hai fatto schiantare.. Recensione epocale! :D

Federica ha detto...

Mi hai regalato un sorriso!!

Recensione indimenticabile

Erika ha detto...

Natalie hai proprio giocato male le tue carte oggi... che poi solo nei libri finiscono bene le cose, poi vai a farle tu e scoppia la terza guerra mondiale. mi hai convinto, bocciato ancor prima di leggerlo XD