lunedì 24 agosto 2015

Blade

Chi non ha guardato almeno una volta i film del vampiro diurno Blade?
Visto che io faccio parte della schiera degli spettatori, non potevo non farmi scappare la serie televisiva ispirata al vampiro cacciatore.

Blade
Blade, mezzo umano e mezzo vampiro, capace di resistere ai raggi solari, usa la propria forza per salvare l'umanità dalle forze demoniache che girano di notte in città. Al suo fianco Kirsta, un'ex militare che vuole vendicare la morte del fratello, ucciso proprio dai vampiri.
Si ritroveranno così a combattere contro Marcus e la sua stirpe: essi stanno sperimentando un siero che potrà uccidere i sanguepuro, coloro che sono nati vampiri e non sono stati trasformati in seguito, che in modo dittatoriale comandano su tutti i vampiri.
Ma sul loro cammino troveranno anche Charlotte, una sanguepuro millenaria, e Chase, la fidanzata di Marcus.

Che detta così può sembrare anche una serie fatta bene, con una storia ben strutturata e personaggi carismatici - se si pensa ai film da cui prendeva ispirazione.

In realtà è un'accozzaglia di cose mal fatte, di personaggi poco credibili, di recitazioni ai limiti del ridicolo e di scenografie che lasciavano il tempo che trovavano.

E' andata bene come visione estiva, poco impegnativa.
Decisamente sconsigliata, passate pure oltre.

0 appunti di viaggio: