giovedì 2 luglio 2015

The walking dead - stagione 5

Quanto è passato da quando ho finito di guardare la passata stagione? Troppo direi.
Ed in men che non si dica anche la quinta è finita. Andata. Volata via.
16 episodi sono troppo pochi. Troppo. Pochi.

Attenzione, spoiler in arrivo.

Terminus doveva essere un paradiso, da quel che dicevano i cartelli disseminati lungo la strada. Ed invece non era altro che un altro angolo di inferno, ben peggiore della cittadina del caro vecchio Governatore.
La sopravvivenza dei pochi esseri umani ormai è l'unica molla che tiene ancora tutti in vita, ma questo non fa altro che generare rabbia, distruzione, morte.
Non bastavano gli zombie in giro per il paese, no: ora ci son anche cannibali, assassini, dittatori.

In episodi ricchi di flashback, ogni personaggio racconta come è arrivato fin al punto di non ritorno. Daryl che viaggia con Carol, Rick e Carl inseparabili, la piccola Judith insieme a Tyreese. Per non parlare di Beth, che tutti davamo per spacciata ed invece è viva, anche se rinchiusa in un ospedale.

I momenti più toccanti?
Sicuramente quello in cui Daryl, felice come non mai di sapere che Beth sia viva, è costretto a verderla morire davanti ai suoi occhi. Lui, l'uomo forte, quello che mai si lascerebbe andare davanti agli altri, si rintana in un angolo, a piangere.

Quando Rick e Carl ritrovano Judith, un padre ed un fratello che riescono così a riformare una famiglia. Un padre che deve comunque portare avanti la sua missione, salvare il gruppo, trovare un luogo dove possano sopravvivere quasi in tranquillità, ed un figlio, un bambino, un ragazzino, costretto a crescere troppo in fretta senza godersi nessun attimo di gioia.

Quando Glenn è costretto ad osservare, senza poter far nulla, il govane Noah soccombere davanti ai suoi occhi sotto l'assalto dei non morti - e credetemi, io amo lo splatter, ma in quelle scene ho chiuso gli occhi. La morte di un amico, la sua sopravvivenza.

Dove sta ora il confine tra la vita e la morte?
Cos'è ora che può far decidere chi deve vivere e chi deve morire?
Ci sarà mai una cura per questo mondo?

E soprattutto, quanto dovrò aspettare per vedere Daryl finalmente felice?

0 appunti di viaggio: