sabato 27 giugno 2015

Il richiamo del cuculo

Quale potrbbe essere, secondo voi, il regalo migliore per una divoratrice di libri? 
La mia amica Bookaholic lo sa bene, e ha colpito nel segno: un romanzo giallo, un po' dark, scritto sotto pseudonimo dalla mamma di Harry Potter.

Il richiamo del cuculo
L'investigatore privato Cormoran Strike, quasi sull'orlo del fallimento, si ritrova tra le mani un caso che potrebbe risollevare le sorti della sua disperata vita: una famosa modella, all'apice della carriera, muore precipitando dal terzo piano della sua abitazione.
La polizia londinese chiude il caso in pochissimo tempo concludendo che si tratti di suicidio, ma il fratello della vittima non ne è convinto: sono troppi i fatti che non quadrano, sono troppi i testimoni che non parlano, sono troppe le incongruenze lasciate inascoltate.
Sarà compito di Strike, insieme alla nuova segretaria Robin, smascherare il colpevole trovando prove certe, ed evitando che la lista dei testimoni venga invasa dal sangue sacrificale.

Bello, bello, bello.
Scritto in modo superbo - d'altronde, il suo stile narrativo l'avevamo già messo alla prova con la saga del maghetto - con una storia diversa dai soliti gialli ma, al contrario, ricca di chicche investigative. 
Il protagonista è un eroe d'altri tempi: ex militare, menomato ad una gamba, rissoso, ubriacone, testardo e con un fascino maschio che, su certe donne, colpisce in pieno. 
La segretaria è una giovane ricca di buona volontà, che non si lascia mettere i piedi in testa e che cerca, in un mondo in cui è la carriera ciò che più conta, di seguire invece il proprio sogno.
Ottimi anche i personaggi legati alla caso, dal fratello della vittima all'amica, dal regista al musicista, dal fidanzato all'autista sino alla madre malata e lo zio cattivo. Personaggi talmente ben caratterizzati che ti sembra di conoscerli da sempre.

La caratteristica che più mi è piaciuta del romanzo? Che io, che leggo questo genere da decenni, non sono riuscita ad indovinare l'assassino. Che io, fino all'ultima pagina, non avevo capito chi fosse stato.

Brava!
Ora mi toccherà obbligatoriamente cercare il secondo capito!

2 appunti di viaggio:

Federica ha detto...

invece io che non leggo praticamente mai gialli lo avevo azzeccato da metà libro... fortuna della principiante XD

MagicamenteMe ha detto...

devo ancora leggerlo
bisogna che mi sbrighi