sabato 8 novembre 2014

Città senza eroi - Anteprima

Elfi malavitosi. Uomini divorati dall'odio. Sacerdoti stravaganti.
Maghi mercenari. E un'assassina coi tacchi a spillo.
Non sono eroi. Sono pedine. Potrebbero salvare la Città. O distruggerla.

Città senza eroi
Tra gli sterili confini delle Wasteland, le fatiscenti baracche della periferia ed i futuristici grattacieli del centro, si intersecano le insidiose vicende di esseri umani ed esseri fantastici costretti a condividere le loro vane esistenze in una Città dilaniata dall’odio e dal razzismo. Gli Uomini, favoriti dalla Legge, abusano della tecnologia per dominare gli altri esseri che, relegati nei bassifondi, sono marchiati come Inumani e perseguono, a loro volta, i più spregevoli scopi fomentando un clima di violenza e paura.
Armi, poteri extrasensoriali e ogni sorta di magia sono benvenuti e accettati laddove le speranze lasciano il posto alla più cupa rappresentanza della morte, perché in un luogo dominato dalle Leggi, sembra non esserci spazio per alcuna moralità. In questa polveriera sociale si sviluppano le vicende di molti personaggi, per altrettante storie, intrecciate in una trama eterogenea di volti, fatti, pensieri ed emozioni.

Ora, capite bene come dalla trama del romanzo questa non possa non finire nella mia whishlist. Ho sempre tifato per gli eroi anticonvenzionali (non a casa solitamente tifo per il cattivo e non per il poliziotto) e le metropoli futuristiche mi affascinano sempre un po' - sarà che son cresicuta giocando a The old republic perdendomi immancabilmente tra le vie cittadine.

Se ne volete sapere di più sulla trama o sull'ambientazione potete perdervi qua oppure potete faccialibrarlo a questa pagina.

Gli autori sono giovani, italiani e pieni di talento, cosa aspettate?

0 appunti di viaggio: