sabato 2 agosto 2014

The following - stagione 2

Avevamo lasciato il nostro povero Kevin Bacon ferito, con una compagna-fidanzata morente ed un serial killer morto.
In teoria.
In pratica ritroviamo un Kevin Bacon incavolato col mondo intero che vuole indagare per i cavoli suoi, senza l'aiuto - o meglio, senza aiutare - dell'FBI.
Una compagna-fidanzata morta, o almeno così si crede.
Un serial killer deceduto che invece rispunta fuori all'improvviso e ne ricombina di tutti i colori.

A questi ovviamente dobbiamo aggiungerci la nipote del Kevin nazionale che si invaghisce dell'ex collega di Kevin, un paio di gemelli matti che più matti non si può con una madre altrettanto fuori di testa, la biondina della prima stagione che è sempre più cotta del serial killer ed una nuova setta di folli isolati in mezzo al bosco.

Ed ovviamente l'FBI dove sta? Nel mezzo, a farsi scappare tutti dalle mani senza esser capaci di arrestarne alcuno.

In tutto questo, io ho passato tutti gli episodi a dire:
- la biondina l'avevo vista in Veronica Mars
- la nipote di Kevin l'avevo vista in 90210
- la giornalista l'avevo vista in 24
- l'ex agente dell'FBI l'avevo vista in Popular ed Hannibal
- la mammina dai capelli rossi è in True Blood
- il capo della setta l'avevo visto in Medium
- l'altra agente dell'FBI l'avevo vista in True Blood
Quindi le cose sono: o non ho guardato un fico secco di questo serial, o ne guardo troppi e vedo personaggi ovunque.

2 appunti di viaggio:

Chiarella ha detto...

Chi è che era in Hannibal?
E l'altra di True Blood chi è?

Chiarella ha detto...

Ah, scusa.
Il nostro Kevin Pancetta però è sempre più sfigato.