sabato 22 marzo 2014

Sherlock - Stagioni 1 e 2

Sherlock
Sherlock Holmes e John Watson: il primo sublime investigatore privato con un'intelligenza fori dal normale, capace di notare anche i particolari più insignificanti durante le indagini ed arrivare così alla soluzione del caso in men che non si dica; il secondo ex militare dal senso pratico e dalla capacità di riuscire ad ottenere informazioni in modo molto informale. Sherlock e Watson, la famosa coppia di investigatori inglesi trasportata direttamente dal 1800 ai giorni nostri.

Serie inglese che riporta ai giorni nostri alcuni dei casi più famosi del noto investigatore londinese: Uno studio in rosso, L'ultimo saluto, Uno scandalo in Boemia, Il mastino di Baskerville.
Ma, ammetto, io con le serie inglesi - così come con i film britannici - non vado molto d'accordo. Ottimo il personaggio di Sherlock così come l'attore che lo interpreta, maniacale a tal punto da risultare fastidioso, finto ingenuo da ingannare tutti quanti e dotato di un fascino tanto mentale quanto poco fisico. Ottima anche l'interpretazione del suo compagno di ventura Watson: reduce da una missione in guerra, forse forse avrei esasperato un po' di più la parte tormentata del suo animo.

Ma.
C'è sempre un ma in queste cose.
Io non capisco lo humor inglese, quindi le battute eterne tra i due protagonisti si limitano a farmi sorridere. Ammetto di faticare a capire i ragionamenti di Sherlock, tutte le sue supposizioni su quello che notava in giro ho dovuto in alcuni casi riascoltarli più volte per notare, anche io, i particolari.
Salvo però alcune cose di questa serie:
1 - la sigla iniziale e la colonna sonora, anche se in alcuni casi mi ricordava molto quella di Dexter
2 - l'ambientazione londinese, città dove mi piacerebbe tornare per vederla più tranquillamente

Ecco, ora sono pronta ad ascoltare le vostre critiche .. nei miei confronti, ovviamente!

0 appunti di viaggio: