martedì 18 marzo 2014

Sfera - Belli dentro e fuori

Altro giro altro regalo. Questa volta l'argomento era veramente interessante: si parlava dei cibi che più fanno bene al nostro corpo.
Analizzando i vari organi che ci compongono, dal cuore ai polmoni e dalla pelle al cervello, sono stati descritti gli alimenti e le sostanze che più danno sostanza ed energia a noi stessi, che ci permettono di migliorarci e guarire da alcune patologie.
Ecco svelati quindi particolari risaputi, novità strabilianti e sfatati miti conosciuti da secoli:

1 - bere una tisana alla mela e cannella, o uno yogurt con un po' di vaniglia, smorza la sensazione di fame
2 - le patate lesse andrebbero mangiate non caldissime ma tiepide o meglio ancora fredde: questo perchè durante la cottura rilasciano attorno a sè l'amido che aumenta l'indice glicemico del nostro sangue; se mangiate fredde o tiepide l'amido si riaggancia alla patata rendendola più digeribile
3 - le albicocche danno un senso di sazietà e sono ricche di fibre, ma più di 12 al giorno creano un effetto lassativo
4 - la camomilla è ottima per l'intestino ma - udite udite - non aiuta minimamente il sonno, anzi: in realtà è un eccitante, e se lasciata troppo in infusione ha proprio l'effetto contrario di quello che tutti conosciamo
5 - le verdure verdi - spinaci, coste, erbette etc. - andrebbero mangiate maggiormente crude in insalata e col limone: in questo modo sono sicuramente più digeribili
6 - problemi di fegato? Mangiate mele e carciofi: aiutano il nostro organo a ri-regolarizzarsi e a produrre normalmente le sostanze che ci servono
7 - avete il colesterolo alto (che è prodotto comunque al 70% dal nostro stesso organismo, quindi poco potete fare esternamente)? Mangiate carciofi, soprattutto i gambi: aiutano il fegato a produrre colesterolo buono (HDL) anzichè colesterolo cattivo (LDL)
8 - sapevate che la frutta non andrebbe mangiata dopo i pasti? Questo perchè solitamente sono talmente ricche di zuccheri di ogni tipo che, quando vengono aggredite dagli acidi dello stomaco, arrivano a termine corsa che sono già marce. Ma se escono per ultime rimangono nel nostro organismo sostanze non troppo benevoli. L'unico frutto concesso a fine pasto è la mela, che reagisce in maniera diversa (sapevate che la mela renetta è indicata nelle diete dei malati oncologici in quanto aiuta le cellule sane a rigenerarsi?)
9 - i finocchi sono buoni sia crudi che cotti: attenzione solo a comprarli maschi per l'insalata e femmine per la cottura
10 - il salmone, il miele e le mandorle aiutano il cervello a rimanere in forma, peccato che sian cibi grassi e quindi vanno presi a piccole dosi: non più di 4/5 mandorle insieme, un paio di cucchiaini di miele e non più di due porzioni di salmone - o sgombro - a settimana
11 - le zucchine sono ricche di potassio, proprio come le banane, ed aiutano quindi chi soffre di crampi. Ma se le zucchine sono buonissime cotte, le banane andrebbero mangiate un po' più acerbe piuttosto che troppo mature (e questo per non perdere le sostanze che, in questo caso, si disperdono con la maturità)
12 - il radicchio e la belga sono insalate drenanti e depuranti, mentre la lattuga e l'iceberg gonfiano in quanto le loro foglie sono ricche di acqua
13 - il minestrone cuocetelo sempre col coperchio chiuso e non aperto: le verdure mentre cuociono rilasciano sali minerali che si disperderebbero nell'aria; col coperchio chiuso tornerebbero nel brodo e quindi successivamente nel nostro organismo
14 - la cosa meno digeribile? Il classico pomodoro e mozzarella. La cosa più digeribile? Il classico prosciutto e melone
15 - non bevete mentre pranzate o cenate: piuttosto un bel bicchierone di acqua poco prima di iniziare e subito dopo. L'acqua infatti gonfia e sentireste prima il senso di sazietà senza aver però ingerito le sostanze necessarie

Alla fine della serata tutti abbiamo brindato con una bella tazza di tisana depurante: peccato che quando ho visto gli ingredienti - finocchio e verbena - mi son detta e ora? Mi farà lo stesso effetto che fa ai vampiri del telefilm?

Son senza speranza, lo so.

0 appunti di viaggio: