domenica 8 dicembre 2013

Bates motel - stagione 1

Prima di avventurarmi nella visione del telefilm, mi sono ovviamente ripassata la storia originale di cui, in teoria, il serial americano ne è il prequel.
Il film di Hitchcock mi è piaciuto moltissimo: la storia era molto avvincente e soprattutto, visti gli anni in cui è stato realizzato, molto horror. E poi ammettiamolo, quale donna avrebbe potuto rimanere indifferente al fascino di Anthony Perkins, ovvero Norman Bates?
Il telefilm, come detto prima, dovrebbe essere il prequel del capolavoro hollywodiano. Ambientato ovviamente ai giorni nostri, narra la storia della famiglia Bates e di come sono venuti in possesso del famigerato motel.

In pratica, dopo la morte del marito a causa di un incidente domestico, Norma Bates insieme al figlio Norman si trasferiscono nella nuova cittadina dove lei, all'asta, ha rilevato un motel in disuso. Norman farà così amicizia con delle nuove ragazze compagne di scuola e si ritroverà, tra i piedi, il fratellastro Dylan.
Ma non è tutto oro ciò che luccica. Infatti Norma conoscerà e si innamorerà del vicesceriffo, che nel tempo libero organizza traffici di schiave del sesso per facoltosi uomini d'affari. Norman nel mentre flirterà con Bradley e farà amicizia con Emma, malata di fibrosi cistica. Sarà proprio con quest'ultima che Norman salverà l'ultima ragazza imprigionata nello scantinato del poliziotto, ma questo scatenerà una serie di eventi che, come risultato, avranno non un unico assassinio.
E chi è il colpevole di questi omicidi?

Che detta così la storia è anche interessante, soprattutto conoscendone il seguito. Ma a me non ha convinto. Ottima l'interpretazione di Norman, ottima la schizofrenia della madre Norma ma il resto .. piattume, noia, nessuno spunto degno di nota.

Della serie: guardatela solo se non avete niente di meglio da fare.

1 appunti di viaggio:

Silvia ha detto...

A me ispirava, ma quando vanno accanto a mostri sacri del cinema (come in questo caso Hitchcock) mette sempre un po' paura... Ho fatto bene a non guardarla allora!