venerdì 12 luglio 2013

The walking dead - i libri

Questi primi 2 capitoli della trilogia di The walking dead mi sono stati regalati, al mio compleanno, da un caro amico. Avevo però in lista di lettura altri tomi, e quindi solo ora ho potuto divorarli .. ehm, volevo dire leggerli.
Premetto che questi libri sono il giusto accompagnamento per chi ha visto la serie televisiva. Raccontano e spiegano nei dettagli qualcosa che, giustamente, nel telefilm è stato tralasciato. E mostrano ai nostri occhi aspetti inimmaginabili.

The walking dead 1: l'ascesa del governatore
Sono passate poco meno di 72 ore dal momento in cui il mondo ha cominciato a cambiare, dal momento in cui orde di zombie hanno cominciato ad invadere paesi e città. Philip Blake, insieme alla figlioletta Penny, al fratello scansafatiche Brian e ai due amici, Nick e Bobby, si mette in viaggio per Atlanta dove, si dice, sono presenti dei campi di accoglienza per i sopravvissuti.
Peccato che arrivati in città ciò che si dispiegherà davanti ai loro occhi non è altro che un'enorme bugia: ci sono solo morti e azzannatori.
Troveranno un piccolo gruppo, formato da un padre con le sue 2 ragazze, a cui si uniranno nell'ennesimo tentativo di salvezza. Ma tutto verrà sconvolto da una decisione avventata di Philip, e saranno così costretti a rimettersi in viaggio.
Arriveranno a Woodbury, cittadina fortificata con, al suo interno, ben 40 sopravissuti ma con, al comando, degli ex militari.

The walking dead 2: la strada per Woodbury.
Un gruppetto di sopravvissuti, tra cui Lilly, Megan, Bob e Josh, è in viaggio alla ricerca di un posto dove nascondersi dagli azzannatori. Arriveranno anche loro a Woodbury, dove un precedente colpo di stato ha messo al potere Philip Blake, che tutti ora chiamano Governatore.
Ma non tutto ciò che luccica è oro, e anche la cittadina nascosta dietro alle cortine e alle palazzate non è così tranquilla come si possa pensare. 
Al suo interno, soprusi di ogni genere e rivendicazioni di potere mettano in serio pericolo tutti quanti. Qualcuno venderà cara la pelle, qualcun altro troverà la forza nell'alcool e qualcuno darà la propria vita per salvaguardare un amore appena nato.
Peccato che non tutti vogliano il bene della città. E peccato che qualcuno non sia chi dice di essere.

Belli.
Belli.
Belli.
Non ho dato loro 5 stelline anobiiane - ma solo 4 - per via di alcuni punti tradotti un po' troppo alla lettera (in cui i tempi verbali, diciamola tutta, non erano propriamente corretti) ma la storia è decisamente accattivante. Per chi come me ha visto il telefilm sono decisamente una luce su alcune ombre che mi erano rimaste.
E, qui lo dico ma già lo nego, rivaluto completamente il Governatore - tanto a me Ric stava già sulle scatole - !

Non è alle cose morte che devi fare attenzione da queste parti .. ma ai vivi.
- Bob

0 appunti di viaggio: