martedì 16 luglio 2013

La confraternita - capitoli 1 e 2

Faccio un paio di premesse:
1 - i libri della saga della Confraternita del pugnale nero mi sono stati caldamente suggeriti da Chiara, da Moma e da Pia
2 - sono libri non cortissimi, poco più di 300 pagine, ma nemmeno così lunghi da non poter essere divorati .. ehm .. letti, in un paio di pause pranzo ed in un paio di serate/viaggi in treno
Detto questo, aggiungo anche che ho passato 3/4 del primo libro a dirmi ma io sta' storia l'ho già sentita, ma a me sembra di aver già letto qualcosa del genere .. ma non mi veniva in mente assolutamente nulla. Poi, ad un tratto, la folgorazione! Le storie sono in tutto e per tutto simili a quelle della saga dei Demoni di Gena Showalter. Certo, cambiano le ambientazioni - America contro est europeo -, cambiano i personaggi - demoni guerrieri contro vampiri - e cambiano un po' le modalità sul perchè alcuni di loro hanno delle maledizioni - da una parte c'era il vaso di Pandora sfuggito al controllo, dall'altra alcune ripicche da parte della Vergine Scriba - ma, tutto sommato, sono molto simili.
Detto questo, non dico che non mi stiano piacendo, anzi: ho letto i primi 2 capitoli in praticamente 4 giorni quindi non si può proprio dire che non mi piacciano. Diciamo che ci sono colpi di scena che a me paiono troppo scontati.

Il risveglio - Un amore proibito.
La giornalista Beth, umana fino al midollo - almeno secondo lei - ignora, come tutti i terrestri, l'esistenza dei vampiri. Peccato che un giorno si imbatta in Wrath, erede al trono e capo della Confraternita del pugnale nero, vampiro fino al midollo.
Lui è cieco, lei è mezzosangue - il padre, Darius, era un confratello.
Potrà scoccare l'amore tra due persone così diverse tra loro? Potrà lei accettare di vivere in mezzo a vampiri enormi ultra belli, ultra forti, ultra tutto? E lui accetterà di farsi aiutare da lei?
Ovviamente la risposta è sì a tutte le domande, altrimenti non saremmo qua a parlarne.

Quasi tenebra - Un amore immortale.
Mary, segretaria in uno studio di avvocati e volontaria al Telefono Amico cittadino, incrocia nel suo cammino Rhage, il vampiro che vive con la maledizione della Vergine Scriba all'interno del suo corpo.
Difatti lui, nei momenti di maggiore eccitazione - sia essa dovuta alla rabbia, all'amore, alla gioia o chissà a che altro - si trasforma in una bestia, nel vero senso della parola.
Lei però si ammala, nuovamente, di cancro.
Lui farà di tutto per salvarla, a costo di rinunciare per sempre a lei.
I suoi confratelli faranno di tutto per farli sentire a casa.
Ed, ovviamente, il lieto fine è assicurato.

Allora, ricordando che sono cresciuta con le storie sui vampiri, e che so praticamente quasi tutto su di loro, leggere che sti' poveri disgraziati devono bere solo sangue vampiresco per sopravvivere perchè quello umano per loro è quasi inutile, scusatemi, ma mi fa un po' sorridere.
Così come leggere che vampiri si nasce e non lo si diventa, e allora mi chiedo che fine facciano tutte le teorie sull'abbraccio o sul patto diabolico.
E poi scusate, ma i dampyr - i nati dall'unione tra un vampiro ed una umana - non diventano regine! Anzi, solitamente sono relegati rispetto al vampiro puro e, proprio per questo, danno loro la caccia per liberarsi - quindi sono molto più simili ai lesser che non a Beth.

Ok, ho capito, taccio e vado avanti a leggere.
Anche perchè ora il terzo capitolo è incentrato su Zsadist, e visto che tutte pendono dalle sua labbra, vediamo un po' cosa mi riserverà la sua storia!

5 appunti di viaggio:

Chiarella ha detto...

No, dai.
La Showalter non si può leggere!
L'ho abbandonata.

MagicamenteMe ha detto...

dai questi sono paranormal romance... non libri sui vampiri.
Credo che i meccanismi di questo genere di libri siano tutti uguali: incontro, scintilla, sesso, qualche ostacolo, lieto fine.
potresti togliere vampiri e mettere angeli e non cambierebbe niente.
E' solo ambientazione il succo (diciamolo chiaro e tondo) è la stori d'ammmmmmmmmmmmmmmore ^_^
L'importante è sapere cosa aspettarsi da un libro :D
Con Pia stavamo pensando di provare anche la Showalter, vediamo che roba è :D

Katiu R. ha detto...

Si lo so che sono "paranormal romance", e che se al posto dei vampiri ci fossero stati angeli od idraulici sarebbe stata la stessa cosa. E' che sono dell'idea che certe "regole" vadano comunque seguite.

Ma ripeto, non è che non mi stanno piacendo, anzi!

Io la Showalter l'ho letta per un po' (la saga dei demoni), ma poi l'ho abbandonata perchè stava diventando un po' ripetitiva. Fatemi sapere cosa ne pensate voi.

nuvolette ha detto...

scusa, ti sei scordata un aspetto marginale: i vampiri in questione, quelli "enormi ultra belli, ultra forti, ultra tutto" con cui Beth deve decidere se se la sente di vivere, sono anche ultra ricchi... Pur andando avanti nella lettura ci sono delle cose che mi fanno morire dal ridere... vediamo come procede. La Vergine Scriba la trovo INSOPPORTABILE!

MagicamenteMe ha detto...

La vergine scriba E'INSOPPORTABILE!
^_^

Comunque nella mia discesa nel trash ho deciso che prima o poi la leggerò la showalter
però prima mi disintossico.