martedì 30 luglio 2013

La capoclan

Altro libro letto per La mela avvelenata: in questo periodo sono affamata di letture e ne sto snocciolando una dietro l'altra. Che sia la volta buona per assottigliare la pila di libri in attesa di essere sfogliati?

La capoclan.
Roma - 2012. Johanna Douglas Mackenzie è una ragazza come tante: studia medicina all'università e pratica il pentathlon a livello agonistico. Anzi, è talmente brava in questo sport che riesce addirittura a partecipare alle Olimpiadi di Londra. Questa è l'occasione buona per rivedere anche i suoi parenti lontani: la nonna paterna, i cugini e gli zii che non vede da tempo. E' proprio con loro che assisterà ad una eclissi di sole, che le sconvolgerà la vita.
Scozia - 1204. Johanna si ritrova catapultata in un mondo ed in un'epoca lontana. Dovrà difendersi dalle mani lunghe di Giovanni Senza Terra; malgrado il suo nome scozzese dovrà farsi accettare da alcuni inglesi; dovrà salvare la pelle sua e quella della sua nuova amica Elisabeth dal bruto Sir De Burgh e, soprattutto, dovrà resistere al fascino di Colin Mackenzie, capoclan scozzese.

Durante la lettura, mi sono ritrovata più volte a sorridere alle risposte pepate di Johanna ai disappunti di qualche scozzese d'annata, anche perchè immaginarsi una ragazza del XXI secolo davanti ad un soldato scozzese del 1200 .. insomma, non si può che sorridere.
Mi sono ritrovata anche a tifare per gli scozzesi durante la battaglia, ma forse è perchè nella mia testa si sono accavallate le scene di Braveheart, il film con Mel Gibson, a cui ammetto mi sono ispirata anche per immaginarmi gli abiti o le location descritte.
Senza contare che, nel punto del libro in cui la protagonista si avvicina a dei resti di pietra antichi - simili a quelli da dove aveva assistito all'eclissi - mi sono ritrovata a urlare no! credendo che succedesse chissà che cosa.

Insomma, bello, bello, bello, non ho avuto dubbi nell'attribuirgli 5 stelline piene. Lo consiglierei vivamente a tutti: si legge in un attimo e la storia è talmente coinvolgente che le pagine scorrono senza intoppi e senza tentennamenti.
E poi ammettiamolo: un piccolo ripasso di storia di quel periodo non guasta mai!

1 appunti di viaggio:

❤ Bida ❤ ha detto...

EEEEEENOOOOO!!!!
non si può andare avanti così!!
Fai venire una voglia matta di leggere!
Quasi quasi...chiedo il prepensionamento...e leggo, leggo, leggo, leggo...

^__^


Dev'essere MOLTO bello anche questo libro!

COMPLIMENTI, K!!!