martedì 11 giugno 2013

The following - stagione 1

Sono dell'idea che questo serial o lo si ami o lo si odi.

Lo si può odiare per diversi motivi:
- i cattivi riescono a scappare, in mezzo ad una boscaglia, sotto gli occhi dei buoni senza farsi vedere e/o prendere
- i buoni sono talmente sciocchi da non notare le ovvietà che hanno davanti, e si lasciano infinocchiare come degli sprovveduti
- alcuni personaggi sono così insulsi che sorge spontaneo il dubbio del cosa ci stanno a fare?, e ci si ritrova a fare il tifo sperando che muoiano - cosa che puntualmente non avviene
- altri personaggi sono solamente di passaggio, ma di un passaggio talmente veloce che tanto valeva lasciarli fuori fin dall'inizio

Ma lo si può amare anche per altri motivi:
- il protagonista indiscusso, eroe problematico pieno di sensi di colpa e con un oscuro passato
- l'antagonista indiscusso, senza scrupoli, senza vergogna e soprattutto senza paura, ma talmente pieno d'amore che fa di tutto per riconquistare una ex-moglie traditrice
- il fascino delle parole e di come si possa cambiare vita pur di seguirle per farci piacere, arrivando addirittura a farsi abbindolare all'interno di una setta pur di stare accanto a colui che ammalia con la propria oratoria

Ecco, io ho deciso che questo serial lo amo, e che a dispetto di chi lo ha criticato ne seguirò anche le stagioni future.
La storia mi è piaciuta, e tanto. Gli errori dell'FBI o degli assassini alla fine passano in secondo piano rispetto alla trama che gira attorno alla setta e ai rapporti morbosi che si creano all'interno di essa.

E poi ammettiamolo: Kevin Bacon non avrà sto' fascino da seduttore, ma con quegli occhi mi potrebbe fare di tutto!

5 appunti di viaggio:

Chiarella ha detto...

Anch'io l'ho amato.
Però davvero, questa FBI è veramente impedita.

MagicamenteMe ha detto...

io l'ho abbandonato alla seconda puntata... troppo pauroso per i nostri standard

Silvia ha detto...

Beh a me Kevin Bacon fa sempre un certo effetto. Anche quando lo vedo recitare nei ruoli da psicopatico (che spesso gli affibbiano) mi smuove l'ormone... E' più forte di me...

cri ha detto...

kevin è kevin, anche io mi farei fare di tutto da uno come lui! Veramente verso la fine mi sono un po' disaffezionata, non so se vedro' la seconda serie...

Strawberry ha detto...

In realtà più chr amare o odiare, per me si tratta di apprezzare alcuni tratti della serie e criticar epesantemente altri... io credo che la serie avesse delle ottime premesse e un buon cast, Kevin Bacon è stato molto bravo e ha interpretato un bel personaggio. Peccato la trama sfilacciata in più punti, un cattivo che è risultato confuso e spesso incoerente, situazioni inverosimili difficili da digerire anche in una serie tv. Detto questo gli ultimi episodi mi sono piaciuti come i primi. QUindi bisogna fare di più nella parte centrale... come vedi, per me il binaco o il nero non esistono... :-)