venerdì 10 maggio 2013

Book Blogger May - seconda parte

Secondo step del Book Blooger May di Strawberry: questa settimana l'argomento mi è un po' più consono.
Leggere i classici è ancora importante?

Faccio una premessa velocissima: io - purtroppo o per fortuna - non sono un'amante dei classici. Gli unici che ho letto, e che a differenza di quanto possa pensare qualcuno dopo aver letto la mia premessa, mi sono pure piaciuti molto, sono: Dracula, Cime tempestose e Alice nel paese delle meraviglie.

Quindi mi chiedo anche io: leggere i classici è ancora così importante?
Direi che non c'è una risposta giusta o sbagliata, semplicemente dipende dal proprio essere, dai propri gusti, dalle proprie esperienze - letterarie e non. Ogni libro può diventare un classico, ed ogni libro classico può diventare per qualcuno una passione, mentre per altri può non significare nulla.

E voi i classici li leggete?
Quali sono quelli che più vi sono rimasti impressi nella memoria?

6 appunti di viaggio:

Strawberry ha detto...

I classici sono per me un bene prezioso... di solito non mi deludono e anche se sono stati scritti secoli fa ritrovo sempre un po' di me... :-)

grazie per il contributo cara, io finalmente sono riuscita a postare oggi... settimana impegnativa! :-)

Isabel ha detto...

I classici sono quello che siamo e sempre saremo! Tu fai conto che il mio libro preferito è Cime Tempestose :)

http://faisorridereancheiltuofegato.wordpress.com

chiara ha detto...

Da piccola li ho letti quasi tutti!!! Ora vorrei leggere Il mago di Oz.

Frannie Panglossa ha detto...

Io ho appena letto Le notti bianche di Dostoevskij, bellissimo!

Federica ha detto...

cime tempestose: che bello!!

Silvia ha detto...

Io leggo principalmente classici, e devo dire che raramente deludono. Sarà che io sono un po' antica, ma per me i classici hanno il loro fascino!