mercoledì 6 febbraio 2013

Fotografia paranormale o normale parafotografia?

Come ho accennato non troppo tempo fa, prima delle festività natalizie io e il moroso avevamo partecipato ad un altro incontro Cicap, dove l'argomento principale era il mondo della fotografia.

Una menzione speciale merita il luogo dove si è svolta la conferenza: il Circolo della Magia di Torino, che già trovarlo è stata un'impresa. Mega palazzone ultra gotico in centro città, si entra nel cortile dove si ha paura anche solo a camminare - paura di rovinare qualcosa vista la qualità del palazzo - e ci si trovano delle scalette anguste che scendono nei piani interrati.
Ecco, proprio lì sotto c'è questo Circolo di amanti-appassionati di magia e di tutto ciò che gira attorno a questo mondo. Tra teche espositive e poster di vecchi spettacoli c'erano anche dei cimeli degni di nota: d'altronde in questo circolo nascono e transitano personaggi come Arturo Bracchetti, Alexander, Marco Berry e David Copperfield.

Ma di cosa si parlava esattamente durante la serata?

Un'immagine di repertorio del Cicap di una vecchia conferenza sullo stesso argomento

Quando fotografiamo qualcosa, siamo sicuri che quello che immortaliamo sia tutto reale?
Ci sono persone convinte di aver fotografato fantasmi, spiriti, scie luminose, globi di luce che si muovevano, navicelle extraterrestri e mostri di ogni genere.
Ecco, anche qua la spiegazione scientifica era nascosta dietro l'angolo.
Le scie luminose diventano movimenti involontari mentre scatta il flash, gli aloni attorno alle persone diventano vapore che ad occhio nudo non si vede, le navicelle spaziali diventano aerei in lontananza e i globi di luce diventano riflessi del flash sui vetri.

Perchè anche fotografare non è mica così semplice, sapete?
Si fa in fretta a dire che si è materializzata una luce in movimento, quando in realtà abbiamo spostato la reflex prima che salvasse l'immagine. O a dire che una luce è comparsa da dietro il vetro quando usiamo il flash davanti ad uno specchio.

Peccato che io il flash lo abbia sempre disabilitato: sarà per quello che nelle mie foto non è mai comparso Casper?

2 appunti di viaggio:

MagicamenteMe ha detto...

fighissimo

Reganisso ha detto...

Quanto mi piaceva David Copperfield! Allora, provi ad attivare il flash, d'ora in poi? ;)