giovedì 7 febbraio 2013

Dalla A alla Z

Prendo clamorosamente spunto da Adriana - d'altronde, come potevo lasciarmi scappare un meme? - e mi descrivo usando tutte le lettere dell'alfabeto.
Ammetto una cosa fin dall'inizio: ci ho impiegato un po' a rispondere .. sarà che per descrivermi completamente me ne servirebbero 3 o 4 di alfabeti?

Comunque sia, cominciamo!

A come asociale, ovvero io. Perchè malgrado scriva in un blog che - in teoria - potrebbe leggere il mondo intero, io non sopporto le persone. Non amo le feste dove c'è troppa gente, non amo le rimpatriate dove ci sono persone che conosco poco e, soprattutto, fatico a socializzare con le donne.
B come burbero, ovvero il mio carattere. Mi inalbero facilmente, ma solo con chi ho un certo tipo di rapporto. Se ti reputo insignificante non mi arrabbio nemmeno: non spreco fatica con gli inetti.
C come cani, i migliori amici dell'uomo - e della donna. Puoi avercela col mondo intero, col moroso, coi genitori, con il lavoro o con la vita, ma loro saranno sempre lì, accanto.

D come dormire. Riesco a farlo ovunque: sul letto, sulla sedia con le braccia appoggiate al tavolo, in macchina con la testa ciondolante, sul treno sostenuta dal finestrino e sul divano, in posizioni che voi umani non potete nemmeno immaginare.
E come esempi. Se mi dovete spiegare una cosa nuova non usate paroloni complicati giusto per far vedere che la sapete lunga. Usate esempi semplici, come se steste spiegando ad una bambina delle elementari, e vedrete che vi capirò.
F come frecciatine, quelle che lancio involontariamente alle persone che mi stanno sulle scatole. Non ti dico chiaramente che stai sbagliando - sarebbe troppo semplice - ma te lo faccio capire in più modi con la mia lingua da serpente.

G come gentile. Malgrado il mio modo di essere fin troppo sfrontato, riesco ad essere una persona gentile. Peccato che a volte le persone non capiscano che la mia gentilezza, in realtà, non è altro che una velata presa per il culo.
H come home. La casa che ho. Anche se in realtà la casa, per me, è fatta di persone e non di muri.
I come internet. Ammettiamolo dai, chi riuscirebbe ora a vivere senza? Io grazie a lui leggo, scrivo, guardo film, ascolto musica .. ho persino trovato il moroso su internet!

J come Jon Bon Jovi, il primo artista straniero che mi ha fatto letteralmente perdere la testa da ragazzina. Mentre tutte inneggiavano ai primi gruppetti pop fatti di damerini danzanti io già ascoltavo puro rock.
K come Katiuscia, il mio nome. Che ho sentito pronunciare in decine di modi diversi e ho visto scrivere in ennemila maniere errate. Si legge come è scritto, italianizzato al massimo!
L come lunatica. Posso essere allegra e dopo 5 minuti diventare triste, posso essere tranquilla e dopo poco risultare ansiosa, posso essere romantica - ma quando mai? - e poco dopo mandarti a quel paese. Sono del segno dei gemelli, e li rispecchio in pieno!

M come musica, magari rock o metal, quella mi sparo a palla nelle orecchie durante i miei viaggi in treno e quella che urla come una dannata in macchina alla mattina per aiutarmi a svegliarmi.
N come nerd, perchè lo sono, in pieno. E non solo perchè mi appassiono di tecnologia - in quel caso sarei solamente geek - ma perchè cito pezzi di film mentre parlo col panettiere, mi destreggio coi comandi di Linux come fosse acqua fresca, risolvo problemi al computer manco lo facessi di mestiere, leggo i manga, vado alle mostre di fumetti, partecipo alle fiere di cosplayers e guardo gli anime. Cosa volete di più da una donna?!?
O come ordine, sia a casa che in ufficio. Le mie cose le metto a posto io, se sono in una determinata posizione ho i miei buoni motivi e guai a spostarmele. Ne sanno qualcosa i miei colleghi quando mi sentono urlare perchè qualcuno si è fregato la mia matita.

P come precisione e puntualità: la pretendo ovunque, nel lavoro e fuori ufficio. Se si dice un'orario quello deve essere, se si decide una cosa quella è e non si cambia idea.
Q come quotidianità. Che non sopporto. Le stesse cose ogni giorno, le stesse facce, le stesse abitudini, non fanno per me. Devo aver sempre qualcosa di nuovo da fare, e per me quotidianità equivale a monotonia.
R come riservatezza, la mia caratteristica principale. Se ti conosco da poco di me saprai a malapena il nome e, forse forse, il cognome. E, soprattutto, non gossippo in giro le cose altrui.

S come sopportazione. Vi avviso: il mio livello di essa è sotto lo zero. Le cose le dico una volta sola, non le ripeto se non hai capito. Non sopporto i bambini urlanti-saltanti-capricciosi o semplicemente che respirano. Non sopporto la maleducazione: e in quel caso mi spiace ma non ti lancio frecciatine ma direttamente un urlo.
T come taciturna, che si collega ad asociale, a riservatezza e, se vogliamo, a sopportazione. Lo possono confermare i miei amici: non sono una che chiacchiera molto, preferisco ascoltare. Ascolto e valuto. Se dici cose interessanti ti rispondo anche, ma se dici fregnacce allora ...
U come umiltà: quella cosa sconosciuta ai più. Forse dovrei regalare un bell'ingrandimento del significato della parola a molte persone che conosco. Sappiate: a tirarsela tanto poi si strappa!

V come viola, il mio colore preferito. Di quelli belli scuri però, con dentro tanto blu e poco rosso. Perchè non deve assomigliare al chiarore delle primule ma piuttosto alla profondità della notte.
W come watussa. Alle elementari i miei compagni di classe mi sfottevano perchè ero troppo alta .. ma è grazie a loro se ora mi so far rispettare!
X come xenofobia, una cosa che proprio non concepisco. Qualcuno non diceva mica che siamo tutti fratelli in quanto figli dello stesso Dio? Com'è che col passare del tempo questa cosa è stata dimenticata?

Y come yogurt, senza pezzi ovviamente. Quelli proprio non riesco a mangiarli, la frutta molliccia immersa dentro mi fa proprio - ehm, si può dire? - schifo.
Z come zelante: se mi date un compito da fare state pur certi che lo porterò a compimento. Non lo mollo per strada, non me ne dimentico e soprattutto - purtroppo per qualcuno - pretendo la stessa cosa da chi lavora con me.

Ok, ho capito: ho un caratteraccio, non ditemelo anche voi!

5 appunti di viaggio:

Rowan ha detto...

Caratteraccio.. io sono messa peggio probabilmente xD è un meme troppo simpatico, se posso te lo rubo (ovviamente citando il blog ^^)

Katiu R. ha detto...

@Rowan
Siamo messe bene allora :)
Ruba pure, sono curiosa di leggere!

Strawberry ha detto...

Che carino questo meme! Ma se lo facessi anche io chissà cosa uscirebbe... altro che il tuo caratteraccio, che poi caratteraccio non è!
il viola è anche uno dei mie colori preferiti! ^^

Federica ha detto...

abbiamo almeno un 50% di lettere in comune... quasi quasi te lo copio e alla M metto meme-addicted! :)

Lunga ha detto...

dai, bellino questo meme!