martedì 29 gennaio 2013

Pirobazia

La pirobazia è, in poche e semplici parole, la capacità di camminare scalzi su carboni ardenti e braci senza però ustionarsi le piante dei piedi.
Che, detto così, sembra una cosa da fantascienza.
Ed in effetti, se uno ci pensa così senza soffermarsi troppo sui come e sui perchè, può apparire davvero come una magia. Sta di fatto che ogni volta che si vede una dimostrazione di ciò alla televisione - che sia in qualche programma psudo-scientifico o in qualche programma-buffonata - le persone sanno solamente ribattere con un ohhh di stupore.

Ma saranno mica tutti maghi potteriani quelli che ci riescono no?
Avranno mica tutti dei piedi d'amianto al fondo, vero?
Ebbene, nessuno ha piedi alla x-men e men che meno poteri strani.
Chiunque ci riuscirebbe.
Non ci credete?


Sabato scorso, al pomeriggio, ennesima conferenza del Cicap in provincia di Torino.
Questa volta si parlava infatti di camminata sui carboni ardenti, ed il fisico Stefano Bagnasco ha splendidamente illustrato come tutti, me compresa, possano uscire indenni da tale pratica: basta semplicemente abbassare la temperatura dei piedi e camminare senza soffermarsi troppo sopra le braci.

Anzi, alla fine della passeggiata avevo ancora i piedi congelati da prima!

5 appunti di viaggio:

Chiarella ha detto...

Brava!!
Allora semplicemente c'è il barbatrucco!
:D

Federica ha detto...

l'hai fatto davvero? wow!! coraggiosissima!

nuvolette ha detto...

Figo!!! Praticamente considerando che io da settembre a giugno ho i piedi eternamente gelati potrei farlo anche senza preparazione iniziale! ;-)

Silvia ha detto...

Anche a me piacerebbe provare! Mi ricordo ancora quando da piccola avevo visto in tv Mino D'Amato che camminava sui carboni ardenti, un pezzo di storia della tv italiana!

Misciu ha detto...

anche perchè il piede è di natura fredda e umida, quindi non si "brucia" subito in questi casi =)