domenica 7 ottobre 2012

Coff coff

E' una settimana circa che ho la tosse, di quelle belle secche che sembra che ad ogni colpo mi parta un pezzo di gola (sono macabra anche in questo, lo so!).

Malgrado i bacilli che lascio in giro, e malgrado i chili di caramelle e i litri di sciroppo che sto facendo fuori, sono sempre presente in ufficio.

Collega-capa, appena mi vede arrivare lunedì mattina: Sarai mica ammalata?
Collega dell'amministrazione: Non ti starai mica ammalando vero?
Collega della produzione: Ehi, non ti puoi mica ammalare!
Collega venditore 1: Guarda che non ti puoi ammalare tu, altrimenti come faccio io?
Collega venditore 2: Eh ma che tosse che hai! Copriti bene quando vieni al lavoro che altrimenti peggiori!
Collega venditore 3: Nel weekend non andare in giro, mettiti a letto e copriti bene che così settimana prossima sei bella operativa!
Capo: So che sei ammalata, ti stai curando bene?
Moglie del capo: Mi hanno detto che ti stai ammalando, sei andata dal dottore per farti dare qualcosa che ti curi in fretta?
Genero del capo: Mi è giunta voce che sei ammalata, stai guarendo?

Avete paura che - essendo io l'unica in ufficio a progettare - mi ammali eh?!?
Avete paura che me ne stia a casa qualche giorno eh?!?

4 appunti di viaggio:

Strawberry ha detto...

uno non può neanche ammalarsi...che roba...in ogni caso usa questo we (che ormai è agli sgoccioli) per riposare...almeno per te stessa, dato che devi sopportare sto delirio in ufficio...:-)

Maruzza ha detto...

strategia inversa...contamina tutto l'ufficio con strategici colpi di tosse!così i "preoccupati" colleghi passeranno le tue stesse pene dell'inferno...

Federica ha detto...

maruzza sei sadica!! :)
ma approvo ;)

TuristadiMestiere ha detto...

immagino la faccia di terrore di tutti all'idea della tua assenza... roba che uno non può neanche ammalarsi senza sentire il fiato sul collo di mezzo ufficio! :( Rimettiti, tanto mi sembra di capire che di starsene a casa non se ne parli (come ti capisco!!!)