domenica 8 luglio 2012

Come Si Indaga

Tre personaggi:
- il protagonista, che vede tutte le scene in prima persona e di cui non si intravede nessun dettaglio che lo possa identificare, sia esso una mano, un tatuaggio o anche la semplice voce
- il compagno pauroso, che cammina sempre dietro il protagonista senza spiccicar parola
- il compagno intelligente, che nell'attimo di necessità dimostra sangue freddo e decisione
I tre stanno camminando lungo i cunicoli di un vecchio acquedotto sotterraneo, di quelli con le grate arrugginite rivolte verso le piazzette dei parchi e con i tubi di carico e scarico che corrono sui soffitti a volta. Stanno cercando qualcosa, o qualcuno, non si capisce bene se l'obbiettivo della ricerca sia una persona od un oggetto. Si sa solo che stanno cercando, e che setacciano ogni centimetro di questi luoghi che, ovviamente, sono umidi, bagnati, sporchi, freddi e bui. Ad un tratto, il protagonista nota che una grata è aperta, e che non è rivolta verso il parco. Al fondo si vede una luce, quindi si presuppone che sia una diramazione del corridoio principale. I tre si inoltrano nell'oscurità, mentre l'intelligente accende una piccola torcia che aveva in tasca.
Sbang! si sente all'improvviso.
Qualcuno seguiva i tre, e ha chiuso la grata alle loro spalle. I tre corrono versono l'inferiata e vedono un'ombra che corre via. Il protagonista accende la sua torcia e si mette in cammino verso la luce al fondo del cunicolo, in cerca di una seconda via d'uscita. Il pauroso comincia a tremare, prende il cellulare dalla tasca per chiamare i rinforzi ma, ovviamente, lì sotto non c'è campo. L'intelligente estrae la pistola e comincia a sparare in direzione della serratura della grata, sperando di farla saltare.
Il protagonista arriva in fondo al corridoio, e trova una scala in ferro che porta verso l'alto, verso un tombino aperto. Fà cenno ai suoi compagni con la torcia, lanciando segnali luminosi. Questi cominciano a correre e riescono, finalmente, ad uscire all'aria aperta. L'intelligente guarda gli altri due e si limita a dire lo prenderemo.

Poi mi sono svegliata, e non so se siano riusciti a prenderlo oppure no.
Non so nemmeno chi sia il protagonista, perchè ho sempre visto le scene in prima persona e non si è mai mostrato in volto. Non so nemmeno che faccia abbiano gli altri due, pershè sono sempre apparsi solamente come ombre.

Ho capito però una cosa: passare il pomeriggio a guardare 6 episodi di CSI uno di fila all'altro non mi fa bene. Decisamente.

2 appunti di viaggio:

Auryn ha detto...

nonostante il caldo, avrei cercato la cagnolona e me la sarei portata nel lettone per rassicurazione!!!

Strawberry ha detto...

ahahahahaah!! Capita anche a me...settimana scorsa ho visto le due stagioni di The Killing e non ti dico cosa ho sognato...effetti collaterali delle serie tv...