venerdì 2 marzo 2012

La fine dell'adolescenza

C'è chi associa la fine dell'adolescenza con le prime cotte importanti, o con l'inizio del lavoro, o con la creazione di una famiglia.
Io fino a ieri mi sono sempre considerata ancora un'adolescente - anche se anagraficamente quell'età l'ho sorpassata da un pezzo - per il semplice fatto che, attorno a me, c'erano ancora i simboli con i quali sono cresciuta, o meglio: con i quali i miei mi hanno fatto crescere.

Il primo simbolo, che recitava le sue poesie incantando platee intere, se n'è andato nel 1999. Era il provocatore, l'anticonformista, il comunista che combatteva a suon di canzoni.

Il secondo simbolo, che raramente veniva invitato a qualche trasmissione e che - quando accadeva - veniva sempre osservato con circospetto, si è spento nel 2002. Era il lottatore popolare, colui che sarebbe andato in capo al mondo con le suo ruote.

Il terzo simbolo si è spento ieri, tre giorni prima del suo compleanno. Era quello con le canzoni strane, che parlavano di stelle, di lupi, di eroi e di erotici disperati.

Ho ancora un simbolo che canta.

E poi dovrò obbligatoriamente crescere.

10 appunti di viaggio:

Monica ha detto...

Meraviglioso questo post.. un omaggio a grandi cantautori, unici nel loro genere come purtroppo in Italia non se ne vedono da un po'! Per fortuna che le loro parole resteranno per sempre.. almeno per me.. che come dici tu l'adolescenza l'ho passata da un po'!

kedi ha detto...

per me i simboli sono diversi, ma capisco quello che vuoi dire. Quando vedi che le persone (più o meno famose) se ne vanno, ti rendi veramente conto che il tempo sta scorrendo e che non sei più una bambina

Federica ha detto...

bertoli me l'hai fatto conoscere tu e mi sono follemente innamorata della sua "chiama piano"... grazie!

katiu ha detto...

La cosa bella è che ognuno ha i propri simboli con cui è cresciuto, e sono proprio la mancanza di questi che ti fanno capire che è ora di crescere ..

@Fede, non sai come sono contenta che ti sia piaciuto come artista!

Adriana Riccomagno ha detto...

...e comunque se fossi De Gregori e leggessi questo post, mi toccherei... ;-)

katiu ha detto...

Ho toccato ferro io per lui ^__^

Isabel ha detto...

tutti dei grandi!

Maffy ha detto...

...la mia infanzia..

MagicamenteMe ha detto...

Concordo con Adriana ;)
E sottroscrivo in pieno, l'unico che conosco poco è Bertoli

Frufru Elisa ha detto...

Ciao, è la prima volta che passo qui! Molto carino il tuo blog! :)

Pierangelo Bertoli l'ho iniziato a conoscere da poco, grazie a una blogger che ogni tanto posta una sua canzone.
Oltre a De Gregori io ho anche Guccini, spero di averli ancora per tanto e tanto tempo, mi sentirei molto molto più sola senza di loro...
:)