sabato 26 novembre 2011

Twelve

12.

Dodici. Ovvero dymbëdhjetë, doce, dvanaest, douze, tólf, zwölf.

Dodici, come i segni zodiacali, e nel nostro caso entrambi d'aria.
Dodici, come i mesi dell'anno, dal più freddo al più caldo.
Dodici, come gli spigoli di un cubo. Spigoloso come il mio carattere.

Dodici, come i nervi cranici presenti in ognuno di noi. Ma magari nel tuo funzionano più che nel mio.
Dodici, come le ore nel quadrante di un orologio. Quello che tu mi hai regalato all'inizio e che ora giace perennemente nella mia borsa.
Dodici, come i monti dell'Olimpo mitologico. Un po' come le montagne che ti circondano.

Dodici, come le fatiche che affronta Ercole. Non certo paragonabili alla fatica dei lunghi viaggi in treno. 
Dodici, come il numero dei Titani. Da non confondere con i protagonisti di World of Warcraft.
Dodici, come i figli di Giacobbe. Quelli che io non voglio avere.

Dodici, come gli apostoli attorno al tavolo. Un po' come le cene organizzate da noi al sabato sera.
Dodici, come le stelle sulla bandiera europea. Che nascono dal simbolo di perfezione, un po' come me .. e come te.
Dodici, come il soldato rappresentato nella smorfia. Quello che volevo fare io da grande. 

Dodici, come il numero che facevi vent'anni fa per chiamare la Sip. Ora che tu lavori coi telefoni.
Dodici, come le fermate del treno. Quello che ci trasporta ormai da tempo immemore.
Dodici, come il numero di Avogadro, ovvero il numero di particelle contenute in una mole. Che non è quella di Torino. 

Dodici, come i cavalieri di Artù. Che in qualche tuo libro fantasy saranno pure menzionati.
Dodici, come i paladini di Carlo Magno. Che non sono certo paragonabili ai paladini del tuo videogioco.
Dodici, come i gradi della scala Mercalli. Perchè alla fine il nostro incontro è stato come un terremoto. 

Dodici, come i molari della bocca di un adulto. Tranne che nella mia.
Dodici, come i paesi che nel 2000 hanno adottato da subito l'euro. Ma solo noi abbiamo fatto un affare. 
Dodici, come le stelle nella corona della donna che annuncia l'apocalisse. Perchè sai che io sono un po' catastrofica. 

Dodici, come gli anni che sono passati. Dal nostro primo incontro.
Dodici, come gli anni di sopportazione. Perchè starmi accanto non deve essere facile.
Dodici, come gli anni di amore. Perchè, alla fine, è quello che unisce.

8 appunti di viaggio:

cri ha detto...

buon anniversario!

Isabel ha detto...

che bel post! buon anniversario!

ric_da_inf ha detto...

Che tutti sappiano, in te albergano 2 entita' divise e distinte nel perfetto stile dei gemelli :

ANGRA,SONATA ARCTICA,HAMMERFALL
VS
EMMA,LUCA DIRISIO..

DEXTER,SAW,
VS
TWILIGHT,FLASHDANCE,FOOTLOOSE..

"AMMAZZATI" -> cosa mi dici tante volte,
VS
questi post..



io con te a parte tentare di curarti e farti trovare un po' di equilibrio cosa devo fare ?


VOLONTARIATO IN CASA INSOMMA!!

XD

Bacio

Chiara ha detto...

Ma buon anniversario!!!
:D

❤ Bida ❤ ha detto...

WEEEELLAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!

AUGURI, BELLI TESORI!!!

Lunga ha detto...

auguri e complimenti che non è da tutti arrivare a questo traguardo!!!! bravi!

Federica ha detto...

Buon dozzina-anniversario!! :)

Auryn ha detto...

ebbravi guaglioni, un bel traguardo e soprattutto conquistato a fatica, vista la distanza...! ma giustamente, quando c'è l'amore... :-)