giovedì 8 settembre 2011

Vampire trinity - Skarlet

Londra, giorni nostri.
Lightow, uno spacciatore di infimo grado con il padre avvocato che lo tira sempre fuori dai guai, distribuisce un nuovo tipo di pasticche.

Peccato che i 28 ragazzi che, tra un ballo e l'altro in discoteca, hanno pagato suon di bigliettoni al trafficante sprovveduto, si siano trasformati in vampiri.

Un gruppo di vari personaggi altolocati - un capo della polizia, un avvocato, un ministro, un calciatore, un presentatore televisivo - sono in realtà una setta pronta a far resuscitare tre semidei vampiri, ridotti in cenere da Alessandro Magno e custoditi in alcuni vasi nascosti agli occhi di tutti. E, per ricostruire una moderna Babilonia dove far vivere in pace i loro dei, costruiscono un esercito di non morti.

Si troveranno però di fronte un ex militare scacciato dall'esercito, una giornalista ficcanaso e bugiarda, una studiosa in storia antica e lo spacciatore sfortunato.

Chi vincerà la battaglia?

PS primo capitolo di una trilogia che, con tutto il rispetto per l'impegno dell'autore, poteva benissimo rimanere chiusa in cassetto. Il libro vale 2 stelline Anobii, ma solo perchè oggi sono generosa.

La gran parte della gente non viveva nel posto grigio in cui vivevano i soldati, quel posto in cui giusto e sbagliato, buono e cattivo a volte non esistono.

0 appunti di viaggio: