domenica 18 settembre 2011

It's raining men!

In questo periodo sono un po' a corto di idee, o forse invece ne ho troppe e non so mai da che parte incominciare.

Oggi però prendo spunto da un nuovo blog che sto seguendo: questo. Ecco, magari il mio sarà un po' più corto .. ma l'importante è provarci, no?

Il primo, O., aveva i capelli neri e ricci. Facevamo insieme karate, poi quando ho imparato a far di conto prima di lui, l'ho lasciato perdere: era duro di comprendonio.
F. invece aveva le gambe storte, giocava a calcio e non studiava mai. Mi cercava solo perchè gli facevo copiare gli esercizi di italiano. Mi sono vendicata passandogli la verifica sbagliata.
D. invece mi prendeva in giro, ma era il suo modo di fare perchè - in fondo in fondo - era timido. Ci siamo dati il primo bacio, che poi alla fine ha fatto un po' schifo ad entrambi (ma a 13 anni tutto ciò che sa di saliva fa un po' schifo!). Ora è sposato e padre di 2 figli .. fiuuuu mi sono salvata!
A. mi faceva il filo, ed era abbastanza insistente. Mi accompagnava da scuola alla fermata dell'autobus, in auto: una Punto color giallo, giusto per passare inosservato. Era più grande di me, ma a quel tempo me ne fregavo dei ragazzi .. però almeno non perdevo mai l'autobus del rientro!
M. invece mi piaceva. Abitava nella mia stessa via, e mi sono persino fatta avanti dicendoglielo spudoratamente, andandogli a suonare il campanello una sera e parlando per mezz'ora al citofono. Ma a lui piaceva la mia amica, e ho lasciato perdere.
R. invece era un ragazzo che vedevo sempre nei corridoi a scuola: io e una mia compagna gli facevamo la posta aspettando che uscisse dalla classe per guardargli il culo e sospirare.
L. mi piaceva: era simpatico, divertente. Ma era amico dell'amico di mio fratello, quindi per lui ero praticamente invisibile.
S. era invece un tizio che ho conosciuto nel gruppo di amicizie da bar. Siamo andati insieme al Motor Show a Bologna, poi ho scoperto che preferiva le macchine alle donne e non mi sono più fatta vedere.
Poi c'era L., amico di un'amica, che abitava - abita tutt'ora - nella mia vecchia città. Lo chiamavo a casa, e mi rispondeva sempre immancabilmente sua mamma. So che ci ha provato anche con la mia amica qualche tempo dopo, ma ormai io aveva cambiato mire.
Infine è arrivato R.: mi ha mostrato il mondo dei nerd e del fantasy, del sushi e dello smog. Io gli ho insegnato lo shopping e lo humor inglese, presentato vampiri e licantropi. Ci sopportiamo ancora, malgrado il fiato da topo morto mattutino, ed è tutto detto.

Diciamo pure che la lista è corta, ma solo perchè io ho un caratteraccio. E non sopporto i romantici, gli insistenti, i tampinatori, i vanitosi e i possessivi - e così facendo taglio fuori un buon 80% della popolazione maschile!

E voi?
Vi ricordate ancora tutti i nomi?

4 appunti di viaggio:

Clorophilla ha detto...

Io me li ricordo eccome anche perchè non son stati poi così tanti...Il timido, lo spavaldo più giovane di me, il passionale misterioso e l' animalista sensibile e premuroso...mio marito!!! :D

Irene ha detto...

carino questo meme, lo farò quando sarò a corto di idee!

katiu ha detto...

@Clo
Calcola che il primo citato .. era della prima elementare :)

Clorophilla ha detto...

Katiu....Ehm ehm il mio primo delle elementari...sig...si è fatto prete!!!:-****