mercoledì 3 agosto 2011

La saga della famiglia Gardella

Tutta la storia - narrata nella bellezza di 5 volumi - si svolge principalmente a Londra, nel IXX secolo.
Tra ricevimenti, balli, damigelle, abiti pomposi, cerimoniali da seguire e fanciulle da maritare .. ma anche tra vampiri, demoni, cacciatori, angeli, immortali.

Victoria Gardella, nipote di Eustacia - la capostipite della famiglia nonchè suprema Cacciatrice - si ritroverà a vivere una doppia vita: da un lato, il mondo roseo che tutte le giovani di quell'epoca sognano, con un fidanzato da sposare, una madre opprimente, balli a cui partecipare e feste da organizzare; dall'altro, il mondo cupo dei vampiri, a cui lei è, suo malgrado, costretta a dare la caccia, in quanto ha ricevuto la chiamata.

In tutto questo cacciare è ovviamente affiancata da Max, cacciatore non della stirpe dei Gardella ma che lo è diventato grazie ad una prova mortale superata, e da Sebastian, cacciatore ufficiale con un nonno un po' ingombrante, ovvero un vampiro.

Dovranno, insieme, liberare la terra dai non morti, uccidere Lilith - la capa dei vampiri con un debole per Max -, evitare l'invasione del mondo da parte dei demoni, salvare le proprie anime, ammettere i propri amori, salvaguardare il Concilio dei Cacciatori, aiutare i propri amici .. il tutto ovviamente evitando di lasciar trapelare qualsiasi cosa agli occhi delle proprie famiglie.

Ma, come in tutte le cose, c'è qualcosa che va per il verso giusto e qualcosa - purtroppo - che andrà sacrificato per amore di altri.

PS la lettura del primo libro mi aveva lasciato un po' perplessa, ma la storia narrata era talmente corta che non avevo comunque parametri per valutare. Devo dire che invece, tutto sommato, ha una trama avvincente. E poi è simpatico anche cercare di immedesimarsi in cacciatori che, prima di uscire per la ronda nottura, devono farsi aiutare per indossare corpetti, lustrini e ornamenti vari di quel periodo.

0 appunti di viaggio: