lunedì 20 giugno 2011

Kom 011

Il grande giorno è arrivato.
Anzi, ormai il grande giorno è passato.

Venerdì, a metà strada tra il sole e la pioggia, tra la pace e l'euforia, tra la fiumana di gente e l'isolamento catartico, ero lì .. presente .. pronta a ricevere, ad ascoltare, ad assaporare ogni momento.

Insieme alla mia compagna di viaggio, Elisa, ho goduto di ogni attimo, di ogni luce, di ogni effetto scenografico e di ogni parola pronunciata.

Perchè, malgrado tutto quello che si dica di lui, Vasco .. è Vasco.
Va oltre il piacere o il non piacere, l'amare o l'odiare, il sopportare o il beatificare.

Uno spettacolo nuovo, ricco di elementi innovativi per lui (le fiamme, il corpo di ballo, il funambolo sospeso sopra il tetto di San Siro). Bello in ogni suo aspetto - anche per quei 10 minuti di chiacchiera polemica che ha innestato, parlando di droga, di morti, di alcool, di incidenti, di politica e di ingiustizie.

E ho guardato dentro un'emozione
e ci ho visto dentro tanto amore
che ho capito perchè non si comanda al cuore.
E va bene così .. senza parole!

6 appunti di viaggio:

cri ha detto...

TI è andata bene, al concerto n°0 qua ad Ancona, pure il palcoscenico spento con nessuno che suonasse, per circa 7 minuti! Giusto perche' era sotto casa

Federica ha detto...

a me vasco non fa impazzire, ma alcune sue canzoni -come senza parole- mi piacciono molto!

Lunga ha detto...

Anche io non sono una gran fan di Vasco, però sono le emozioni che si respirano ai concerti...sono uniche! Immagino che vederne uno a San Siro sia proprio bello!

BlackArcana ha detto...

Grandissimo Vasco!
E poi hai messo anche la sigla di SG1!
Ma quanto ti adoro?!? ^___^

Elisa -BS- ha detto...

VASCO.. VASCO.. OLE OLE OLE OLE.. VASCO.. VASCO!
Mitico anche se un pò polemico!
^___^

TuristadiMestiere ha detto...

io ci sono andata qualche anno fa, all'Olimpico (Roma). E' stata una bella emozione.