sabato 19 febbraio 2011

S.O.S. Tata

Ieri sera, ore 23.50 circa.

Mia mamma accompagna Tilde in cortile, per farle fare i suoi bisogni pre-dormita notturna.
Io sono in cucina, a guardare gli ultimi sprazzi del Festival di Sanremo.

Tilde sale, si mangia il suo biscotto e poi si posiziona davanti a me, fissandomi negli occhi.

La coda si agita velocemente, le orecchie sono dritte attente e lo sguardo immobile.

Capendo forse che io non so cosa mi voglia dire, corre da mio papà in sala, mugugna qualcosa, e torna da me.
Ricorre via, questa volta in direzione di camera mia, fissa il suo cuscinone, e poi rifissa me.

Che voglia dirmi che vuole andare a letto ma che ha paura ad andarci da sola?

Ok, decido che è giunta l'ora anche per me, e vado in bagno.
Quando esco, lei è seduta davanti alla porta, e mi fissa immobile.

Va da mio papà, e gli abbaia.
Va da mia mamma, e gli abbaia.
Guarda me che mi infilo nel letto e, dopo nemmeno 3 secondi, lei sta già russando - sonoramente - sul suo cuscino.

Possibile che io debba andare a dormire quando lo decide il cane?

3 appunti di viaggio:

siberja ha detto...

ahah! dolcissima! si capisce chi è che comanda :)

giringirella ha detto...

hahaha mitica!!!!
Anche Trudy ci veniva a chiamare per andare a letto e poi se ne andava da sola tutta sconsolata con l'espressione da "questi due tonti non hanno capito nulla"...!!!

Lunga ha detto...

XD