venerdì 18 dicembre 2009

10 parole

In questi giorni, leggendo il Corriere, mi sono imbattuta in una specie di sondaggio che hanno fatto tra i loro lettori. Nello specifico essi hanno dovuto indicare quali erano le 10 parole che, secondo loro, meglio rappresenterebbero l'anno che sta per giungere al termine.

Ci ho pensato anche io per qualche giorno, vuoi perchè non avevo altri pensieri costruttivi per la testa, vuoi perchè effettivamente non è facile trovare solo 10 parole. Al momento me ne passavano quantità industriali per la mente, ed allora mi sono messa d'impegno e ho cominciato a sfoltire il lungo elenco.

La conclusione a cui sono giunta è:

1) Facebook. Visto il boom di iscritti a cui si è giunti nell'arco dell'anno e, soprattutto, viste le innumerevoli pagine che immediatamente vengono create non appena un signor qualunque commette un qualsiasi fatto nel mondo.

2) Terremoto. L'Aquila ed altri paesi limitrofi sono stati quasi rasi al suolo, centinaia di persone hanno perso la casa, il lavoro, un famigliare. Negli occhi e nella memoria solo scene di morte, di macerie, di disperazione .. ma anche di speranza, e di rinascita.

3) Crisi. Quella economica a livello mondiale, dove i manager americani se ne tornano a casa con la loro scatoletta di cartone sotto al braccio, dove le banche che producono denaro falliscono, dove i miliardari si lamentano in quanto diventano solamente milionari e dove milioni di persone vengono a stretto contatto con la cassa integrazione.

4) Berlusconi. E' stato lasciato dalla moglie, la quale ora gli chiede un vitalizio miliardario. E' stato con donne diverse, trans od escort che fossero, compiendo atti d'amore che ogni 20enne sogna di fare. E' stato aggredito da un matto alla fine di un convegno, ed ora si ritirerà in Svizzera per una plastica ricostruttiva. Ha fatto di tutto ed anche di più, è perennemente criticato, attaccato, diffamato, accusato e condannato ma alla fine è sempre lì, sopra il suo podio.

5) Vaccino. Ci hanno riempito la testa di nozioni e notizie, di dati e statistiche, di immagini e storie, tutto a causa di un'influenza. C'era chi spingeva la gente a vaccinarsi e chi invece diceva che non serviva a nulla, chi inneggiava al potere curativo del vaccino inventato e chi invece se la prendeva con gli effetti collaterali che produceva, chi obbligava le persone a contatto col pubblico ad iniettarselo e chi convinceva poveri anziani che anche con quello non si sarebbero salvati. Ma al povero maiale, a cui l'influenza l'ha attaccata il pollo che scappava dalla mucca pazza, non ci pensa nessuno?

6) Anniversario. Quello che ho festeggiato io, non troppo tempo fa. E quando penso a come tutto è cominciato, mi sorprendo di come si possa arrivare a tanto, di come la strada di due persone così diverse eppure così uguali si possa incrociare per proseguire insieme.

7) Garlasco. La storia di quella povera ragazza mi esce ormai dalle orecchie. Sangue, computer, bicicletta, telefonata, tesi, pigiama, cugine, Londra, laurea, scarpe, suole, pulizia, macchie. Le parole usate erano sempre le stesse, e tutti ci hanno girato interno senza sapere da dove cominciare ma cercando ad ogni costo di arrivare ad una fine. La fine è giunta, ma è solo un ennesimo inizio.

8) Tilde. Non si può dire che sia arrivata in punta di piedi, in quanto fa un caos allucinante quando si muove. Non si può dire che sia ubbidente, tranquilla, calma, sottomessa, perchè è tutto ed il contrario di tutto. Ma ci ama, ed ogni suo sguardo ne è la prova.

9) Obama. Non tanto perchè è il primo presidente nero della storia americana. Non tanto perchè ha preso un premio Nobel per la pace dopo aver confermato l'invio in guerra di migliaia di soldati. Ma soprattutto per la moglie Michelle, sempre perfetta, sempre colorata, sempre sorridente, allegra, passionaria. Una di quelle donne che riesce a farti credere nel futuro.

10) Serenità. Perchè malgrado tutto ciò che di brutto il mondo offre, malgrado le guerre, le carestie e la morte. Malgrado la crisi, la perdita di lavoro ed i costi elevati. Malgrado l'inquinamento, l'influenza suina, i crack finanziari e la cassa integrazione. Malgrado tutto questo, sono una persona serena, che si accontenta di ciò che ha e vive giorno per giorno amando chi ho intorno .. ed insultando chi non mi va a genio!

E voi cosa ne pensate?
Quali sarebbero le vostre 10 parole per descrivere il vostro 2009?

8 appunti di viaggio:

calendula ha detto...

condivido molti punti Facebook, Berlusconi, Obama, terremoto, indeterminato, influenza, io avrei aggiunto Perugia... vicino a Garlasco, ma mi fermo qui... non arrivo a 10 parole.. ma m è piaciuto molto questo post

Federica ha detto...

questo è complicato, proverò a farlo ma non prometto di riuscirci! ^_^

chiara ha detto...

Credo non ci siano altre parole da aggiungere... sei stata onnicomprensiva!!!

Auryn ha detto...

bravissima!!
condivido quasi tutto... e trovo molto dolce che tu abbia messo anche Anniversario e Tilde :-)

MagicamenteMe ha detto...

belle parole

MagicamenteMe

Silvia ha detto...

Credo che le tue 10 parole siano più che mai condivisibili! Anche se potrei aggiungere che Berlusconi non descrive SOLO il 2009, ma TUTTI gli anni!!!!!

;-)

Silvia ha detto...

PS: ti è arrivato il libro??

;-)

Chiara ha detto...

Mi spiace.
Non sono capace!
ahahha
xò condivido!