venerdì 23 ottobre 2009

Cambiamenti

Durante i pomeriggi domenicali, nell'attesa che giunga l'ora di riprendere il viaggio con i miei amati treni, mi capita spesso e volentieri di guardare il telefilm Stargate SG1.

Niente di particolarmente memorabile, ma è comunque un serial fantascientifico che si lascia guardare senza problemi, regalando ogni tanto anche qualche risata o qualche lacrimuccia.

Sta di fatto che, tra i vari protagonisti, ci sia l'archeologo Daniel Jackson, interpretato dall'attore Michael Shank.

Ora, solitamente lo si incontra addobbato come nella foto qua sopra: capelli pseudo lunghi che mi sanno di poco shampoo, occhiali tondi alla Harry Potter, abbigliamento militare e sguardo inebetito praticamente sempre, anche quando vuol fare il saccente di fronte agli altri.

Immaginate la mia sorpresa quando oggi, girovagando tra l'oceano dei siti internet, me lo sono trovata davanti in questo modo (vedi foto accanto).

Ma io mi dico: perchè cotanto ben-di-dio lo si deve imbruttire in tal modo per fare un telefilm?

Ma lasciatemelo al naturale, che è molto meglio!

6 appunti di viaggio:

Auryn ha detto...

evidentemente troppo figo è poco archeologo!! ;-)

calendula ha detto...

si decisamente meglio così... ma nella mente della gente cè lo stereotipo dell'archeologo per forza sfigatello e con gli occhiali e quindi.... poverino...

BlackArcana ha detto...

D'accordissimo, solo che sono passati anni e rivistolo recentemente in "Burn Notice" (Duro a morire), telefilm che consiglio, ho scoperto che il poverino si è parecchio imbolsito...Quindi forse rimpiange un pò i suoi giorni da archeologo sfigatello.

MagicamenteMe ha detto...

troppo figo!
con l'occhiolino da nerd fa molto più studioso.

;) ;) ;)

MagicamenteMe

Chiara ha detto...

Perbacco!

Il problema è che han dovuto riprendere i personaggi dal film e nel film l'archeologo era sfigato.

nuvolette ha detto...

ah, però!!! ^_^