giovedì 9 luglio 2009

Vite immaginarie

Quante volte, leggendo un libro, ci siamo talmente immedesimate nella storia, talmente personificate nel personaggio, da arrivare a pensare come loro? Da arrivare a conoscere i loro gusti, le loro abitudini, da immaginarci le strade percorse e le città abitate?

Quante volte, leggendo un libro, abbiamo sognato che la nostra vita fosse proprio fatta così, ovvero che avesse le stesse sfumature e le stesse emozioni, gli stessi protagonisti e le stesse avventure, di ciò che in quel momento occupava la nostra mente?

Prendendo spunto dal blog di Nuvolette, provo a scegliere nella mia immensa libreria tre personaggi in cui, in qualche modo, avrei voluto immedesimarmi, di cui avrei voluto viverne la vita e scegliere io per loro.

Sarà difficile, lo so (vista la quantità di carta scritta che mi è passata tra le mani) ma ci proverò ugualmente.

1) Questor Thews (Landover - di Terry Brooks)

Il mago di corte. Il mago pasticcione. Il mago che non ricorda le formule, che non sa combattere un drago, che non sa quale incantesimo è adatto, che tenta di ritrasformare il suo amico da cane in cui è ad essere umano, riuscendo solo a farlo sparire. Un mago che, con la magia, non ha purtroppo niente a che fare. Ma che ha un cuore immenso, che crede nei sentimenti, nell'amicizia, nell'amore. Che ripone completamente la sua fiducia nel nuovo Re di Landover senza porsi domande, senza avere dubbi in merito. Perchè, alla fine, ci sono delle regole da rispettare. E così deve essere fatto.

D'altronde anche io, malgrado la testa matta, malgrado l'impulsività, malgrado la poca coerenza in certi momenti, credo nei sentimenti puri e seguo le regole. Perchè ci sono, perchè qualcuno le ha fatte e perchè è un mio dovere.

2) Robert Neville (Io sono leggenda - di Richard Matheson)

Rimanere da soli, unici superstiti di un mondo infestato da un virus che ha reso gli altri esseri umani, amici, parenti, mogli e figli, vampiri. Rimanere da soli e non arrendersi mai. Avere perennemente la forza di reagire, di guardare fuori dalla finestra il sorgere del sole e dormire con una mazza da baseball accanto di notte. Sperare, guardare al futuro. E quando tutto diventa interminabile, impossibile, insormontabile, riuscire ancora a non arrendersi ma salvarsi, diventando leader di ciò che lo circonda.

D'altronde anche io, sotto la mia faccia sognante, il mio sorriso sornione, il mio sguardo angelicato, ho una mazza da baseball (od un cric) pronto per essere usato. Perchè nessuno, e quando dico nessuno intendo proprio nessuno, deve rompere quell'incantesimo che è la mia vita. Che dolorosa, rabbiosa, imprevista e altalenante che sia, è mia. Rimane mia, e di essa prendo io le decisioni.

3) Kathleen (La guerra dei vampiri - di Nancy Kilpatrick)

Tossicodipendente, disperata, realmente matta (sogna il fratello morto da anni), non rinuncia ad un offerta di lavoro allettante: ucciderà un vampiro durante il giorno, e verrà pagata un sacco di bigliettoni. Ma se quel vampiro, inaspettatamente, aprisse gli occhi, e lei si perdesse nel suo sguardo? La morte si trasforma in vita, e l'odio in amore. Lui può essere la sua ancora di salvezza, e lei sarà la sua luce nel buio.

Perchè l'amore, dopotutto, vince su ogni cosa. So di essere poco romantica e alquanto grezza, so di non usare parole sdolcinate ma di ridere sempre sopra ogni cosa, ma davvero l'amore vince sopra tutto. Sopra il tempo, sopra le differenze, e sopra le distanze.

5 appunti di viaggio:

Maffy ha detto...

Questo è proprio bello!
Se non fosse che in questi giorni sono impegnata nel NON FAR NULLA lo farei subito... magari tra un po'...

Naturalmente la tua scelta è perfetta: personaggi solari, positivi, allegri, tranquilli, pieni di buoni sentimenti....

Pensa che il personaggio in cui mi ritrovo io è Bridget Jones....

Federica ha detto...

te che leggi così tanto dovresti iscriverti su Anobii!

katiu ha detto...

@Fede, non mi piace molto anobii. Tempo fa mi ero iscritta ma poi mi sono cancellata .. vedremo più avanti, intanto copio i test in giro :)

@Maffy, Bridget Jones?!?! Ossignur!!
E poi i miei personaggi mi rispecchiano in pieno, io SONO tendenzialmente macabra nei miei modi di pensare e vivere, anche se mi vesto di giallo rosso blu (e viola!) e sorrido alla vita!

MagicamenteMe ha detto...

l'ho copiato anche io ;)

MagicamenteMe

Francesca ha detto...

Neville è una scelta terribilmente impegnativa!!!