domenica 14 giugno 2009

I diari della famiglia Dracula

Trilogia che prende chiaramente spunto, inglobandola ed ampliandola, dalla storia del più famoso Dracula di Bram Stoker.

Il patto con il Vampiro. Vi siete mai chiesti (forse no vero?) che cosa abbia dato l'immortalità al Principe Vlad Tsepesh, meglio noto come Vlad l'Impalatore? Un patto. Uno di quelli più cruenti che ci possano essere, stipulato con l'Oscuro Signore: in cambio dell'anima del primogenito maschio di ogni generazione a venire, Vlad avrebbe ottenuto, e confermato, la vita eterna.

Ma cosa succederebbe se il primogenito Arkady, nipote diretto di Vlad, si ribellasse a questo Patto? Cosa succederebbe se Arkady riuscisse a far fuggire la moglie Mary, assieme al proprio figlio Stefan, nascondendolo così agli occhi di Vlad?

I Figli del Vampiro. Per Arkady, l'unico modo per combattere Vlad e cercare di sconfiggerlo è quello di divenire anch'esso vampiro, e lottare alla pari. Ma non ha fatto i conti con Zsuzsanna, nipote ed amante di Vlad, che pur di compiacere l'amato non esiterà ad uccidere Stefan, convinta così di aver messo fine alla lotta. Ma non sa che, in realtà, Stefan non è il primogenito. Per proteggere il proprio figlio, Mary non ha esitato ad adottarne un'altro, spacciarlo per Stefan e dare al vero figlio un'altro nome, quello del secondo marito: Abraham Van Helsing.

La lotta non è ancora giunta al termine.

Il Signore dei Vampiri. Zsuzsanna, ormai succube di Vlad, riesce ad entrare nelle grazie di un'altra vampira, molto più potente ed affascinante: la contessa Elisabeth di Bathory. Le due donne inseguiranno Vlad per tutta Londra, cercando di rubargli la pergamena con il Patto.

Ma la coscienza, prima o poi, si risveglia in ognuno di noi.

E' così che Zsuzsanna deciderà di aiutare Abraham che, con Jonathan e Mina Harker ed il dottor Seward, stanno cercando di porre fine a questa eterna malvagità.

E, se per farlo, avessero bisogno di stipulare l'ennesimo Patto con l'Oscuro Signore?

Se per poter porre fine alla non-vita di Vlad e di Elisabeth qualcuno dovesse trasformarsi in vampiro, un vampiro tanto potente da riuscire ad ucciderli?

Se questa persona fosse proprio Abraham?

Dio, nel quale avevo fede, aiutami!

Non credo in te .. non ci credevo, ma se devo accettare il Male infinito che sono diventato, allora prego che esista anche l'infinito Bene e che abbia misericordia di ciò che rimane della mia anima.

Io sono il lupo. Io sono un Dracul, discendente di Vlad. Il Sangue degli innocenti macchia le mie mani ed ora io attendo di ucciderlo.

5 appunti di viaggio:

Maffy ha detto...

Ebbene sì, mi hai scoperto...
Io ogni mattina penso al Principe Vlad e alla sua immortalità...


ma 'sto Dracul è lupo o vampiro???

katiu ha detto...

Vampiro .. vampiro ..

Chiara ha detto...

Ma merita o no?
Cioè...a me sembra un mescolozzo del capolavoro di Stoker....

katiu ha detto...

@Chiara, da una parte merita, perchè amplifica e racconta cose che nel libro di Stoker sono un po' "tralasciate" .. Merita anche perchè tira in ballo nuovi personaggi, quelli già noti li rende un po' più "reali" e c'è anche una storia di corna e figli illegittimi lasciati un po' ovunque.
La cosa che non mi è piaciuta, e che quindi me la fatto pesare un po' durante la lettura, è che anche se è scritto sotto forma di diari come quello di Stoker, in realtà è molto più lento, e ci sono diverse scene raccontata da diversi personaggi che durano capitoli e capitoli senza però muoversi di una virgola .. e quindi ti tocca aspettare per sapere come andrà avanti una parte di storia ..
Diciamo che c'è di meglio in circolazione.

stella ha detto...

Katiu, c'è meglio in circolazione!