sabato 9 maggio 2009

Passeggiando in bicicletta

.. accanto a te, pedalare senza fretta la domenica mattina ..

Una vecchia canzone di Cocciante cominciava proprio in questo modo, evocando lunghe pedalate in mezzo a viali silenziosi innamorandosi della vita.

Oggi, come 100 anni fa, 20 squadre per quasi un centinaio di sportivi, percorrendo all'incirca 3.400 km suddivisi in 21 tappe, daranno il via alla gara più attesa dell'anno: il Giro d'Italia.

Oggi come allora si pedalerà, si scaleranno montagne impervie, si creeranno allunghi e si formeranno gruppi in dirittura d'arrivo, si volerà per lo sprint finale e si alzeranno coppe e medaglie.
Qualcuno, purtroppo, si doperà, contravvenendo alle regole e cercando di far vincere la furbizia, anzichè il cuore.
Qualcuno, per fortuna, arriverà ultimo, con la gioia però di averci messo piedi e gambe, fiato e sudore.

Oggi come 100 anni fa, non i Coppi ed i Bartali, non i Chiappucci ed i Tonkov, ma i Cunego e i Basso, i Garzelli ed i Simoni, cercheranno di salire all'olimpo, di guadagnarsi una stella nel panorama del ciclismo internazionale. Usando, si spera, solamente i pedali.

... pedalando senza fretta sentendoti vicina ...
... da che parte adesso siamo? indovina! ...
... il futuro e' nato stamattina, prima freno e poi discendo ..

3 appunti di viaggio:

Silvia ha detto...

Ti piace il ciclismo?? Anche a me e soprattutto a mio padre! Credo che andrò a vedere la tappa conclusiva che passerà per Roma il 31 maggio!!!

;-)

Vediamo cosa combinerà Armstrong!!!

Federica ha detto...

ah quindi adesso mi modificano la programmazione di rai tre per dare il ciclismo? uffi!

katiu ha detto...

@ Silvia sì, ho sempre seguito un po' di ciclismo .. sarà che mio papà mi obbligava a guardare ore ed ore di giro .. peccato che ora mi ricordo giusto qualche nome e basta :)

@ Fede .. eheheheh sì, programmi modificati!