domenica 3 maggio 2009

Ferrara, la città delle biciclette

Eh già, il cartello che accoglie il turista all'ingresso della città indica proprio queste parole: la città delle biciclette.

Ed è vero. Chiunque, bambini ed adulti, uomini e donne, turisti e cittadini, con vesti eleganti od abiti casual, tutti viaggiano sulle due ruote. E centinaia di parcheggi sono realizzati appositamente per loro, i semafori indicano oltre all'omino le bici, e le piste ciclabili sono quasi il doppio delle strade asfaltate.


Un vicolo caratteristico del centro

Girare la cittadina ti obbliga a viaggiare con la memoria, a rivivere le vite degli Estensi e degli Aragona, ad immaginare cavalieri e damigelle nella piazza del comune o a ripercorrere giornate più crude vicino a noi, visitando il cimitero ebraico con i suoi caduti.


Veduta del castello Estense da uno dei suoi torrioni

Ma Ferrara ti sorprende non solo per l'alone di storia che aleggia tra i vicoli, ma anche, o forse soprattutto, per la gentilezza ed i sorrisi dei suoi cittadini, per la vita notturna che riempie le piazze e per l'ottimo cibo che bandisce le tavole.

Tortellini in brodo, tagliatelle al ragù, cappellacci di zucca, salama da sugo, pampepato, fiori di zucca fritti e torta di tagliatelle. Cosa non abbiamo assaggiato in questi giorni! I nostri stomaci, alla fine, hanno chiesto pietà.


La piazza laterale al Duomo

E se, durante il viaggio di rientro, le nostri menti sono state colte da improvvisa tristezza, dovuta non solo al pensiero che le giornate di festa erano finite, ma soprattutto dovuta al distacco da questa terra sanguigna, vera e "alla buona", le nostre pance non possono dire altrettanto. Nel bagagliaio della mia auto, ben nascoste da zaino e giubbotto, un paio di zucche, un paio di salame da sugo ed 1,5 kg. di pane tipico hanno comodamente viaggiato .. in attesa di essere ora cucinati!

5 appunti di viaggio:

Federica ha detto...

io ci ero andata in seconda media in gita... era proprio una bella città... sta cosa delle bici però me la ricordavo vagamente... ma ho un ricordo ben nitido del castello degli estensi, mi era piaciuto tantissimo!

xina ha detto...

LE RICCIOLE!!! Hai mangiato le ricciole????

Maffy ha detto...

sono questi i momenti in cui emerge tutta la mia ignoranza riguardo alla cucina di casa nostra...
so tutto sulla cucina thai, araba, messicana e così via.... ma non ho idea di cosa sia la salama da sugo e il pampepato...

katiu ha detto...

@Maffy, stasera provvederò a fotografarti la salama .. il pampepato purtroppo è già stato mangiato :)

franci ha detto...

Ciao a tutte ragazzuole! Bella Ferrara...e mi sa buone le cosucce sgranocchiate dall'allegra compagnia vampiresca!!!!!!!!!

Io sono stata in quel del Vajont e ieri, prima di venir via, ci siamo gustati delle specialità friulane niente male!!!