lunedì 6 aprile 2009

Ribellione

A volte noi umani crediamo di essere immortali.
Siamo convinti che tutto quello che giri attorno a noi sia eterno, e che niente e nessuno possa sconvolgere le nostre vite.

Poi basta una scossa, un tremito, una ribellione della nostra Madre Terra per far sì che il sogno finisca e la realtà ci risucchi nel suo vortice.

Era prevedibile tutto ciò che è successo?
Era evitabile tutto ciò che è capitato?

Le case si sono rivoltate su sé stesse come castelli di carte.
Le strade hanno creato voragini degne del miglior film catastrofico.
La gente urla, piange, si strazia, si incazza.
La gente è ferita. La gente muore.

Oggi non è propriamente un bel lunedì.
Oggi non è propriamente un bell'inizio di settimana.

5 appunti di viaggio:

stella ha detto...

Ho fatto le tue stesse considerazioni...

paola73 ha detto...

concordo pienamente Katiu.....

Bida ha detto...

Speriamo che CHI DAVVERO potrà aiutare chi ne ha bisogno lo faccia sul serio e che non si risparmi!!
E che lo stato dia un supporto concreto e consistente...

Che amarezza e che TRISTEZZA!!

Clorophilla ha detto...

Aiuti da tutti...nessuno escluso!

giringirella ha detto...

In questi mesi sto impiegando forze, energie, sudore, soldi e tanto amore per mettere su quello che sarà il nostro nido... voi tutti sapete che ho la passione per la fotografia...per me, che ho poca memoria, le foto sono tutto... sono ricordi... sono attimi fermati della mia vita...
Io non riesco nemmeno a immaginare come possa essere svegliarmi una mattina e non avere più nulla... niente di niente... la mia vita spazzata via completamente...
E sto parlando solo delle cose materiali... perchè perdere un'altra persona cara è una cosa a cui non solo non riesco a pensare, ma a cui, soprattutto, non voglio nemmeno pensare...
Mio Dio!!!!!