martedì 14 aprile 2009

Dexter

Sono passato attraverso le fiamme e sono rinato dalle ceneri. Di nuovo. Non ho mai confidato troppo nell'idea di un potere superiore, ma se lo facessi tenderei a credere che una forza, là fuori, vuole che io continui a fare quel che faccio.

Tempo fa ho fatto un sogno, in cui la gente poteva vedermi per quel che sono. Per un breve istante, il mondo poteva vedere con chiarezza che cosa faccio veramente.

Alcuni erano perfino contenti, perchè in fondo nessuno piange i cattivi.
Credo che Henry lo sapesse fin dall'inizio: ecco perchè mi ha dato un "codice". Gli è costato la vita, ma mi ha mantenuto vivo in enormi difficoltà.
Il "codice" è mio adesso, solo mio .. così come le relazioni che ho coltivato.
Non sono più solo dei diversivi. Ne ho bisogno, anche se mi rendono vulnerabile.
Mio padre non approverebbe, ma non sono più il suo discepolo.
Ora sono il Maestro: un'idea trasformata in vita !



Ho guardato la prima serie nel giro di una settimana, divorando episodi dopo episodi e rimanendo perennemente sul chi-va-là, chiedendomi come, dove, quando e perchè. E capendo, solo alla fine, che tutto ciò che una immagina per giorni e giorni in realtà può essere ribaltato completamente, senza vergogna.

Ho guardato la seconda serie inizialmente mantenendo un po' le distanze, aspettandomi un qualche errore od una qualche defaiance da parte dello sceneggiatore. Ed invece eccomi ancora qua, attaccata ad uno schermo completamente basita per come le storie possano, nel bene o nel male, volgere sempre a vantaggio del protagonista.

Dexter, il cattivo dei fumetti, il serial killer dei thriller, il mostro degli incubi adolescenziali.

Dexter, il fratello sempre desiderato, il compagno paziente e l'amico che tutti vorrebbero.

Possono tutte queste facce far parte della stessa persona?

Possono tutte queste facce comparire e scomparire a seconda della situazione?

Sì, se davanti ai nostri occhi indossassimo una maschera.

Sì, se questa maschera ci nascondesse allo sguardo dei passanti.

L'importante è non far cadere la maschera, e non abbassare la guardia.

8 appunti di viaggio:

Maffy ha detto...

lo adoro...
è un mito...
è meraviglioso...

stella ha detto...

Io sono molto perplessa.
Le maschere non mi piacciono.

katiu ha detto...

Stella, nemmeno a me le maschere piacciono. Ma se fossi il cattivo di turno, sarebbe proprio una maschera a salvarmi la vita, no?

Ivy ha detto...

Io non ho mai guardato Dexter, mi ha sempre attirato un casino ma non ho mai voluto cedere alla tentazione di guardarlo perchè intimorita dal fatto che ci potessere essere immagini e contenuti molto crudi.
Fino ad ora non l'ho mai guardato ma credo che un giorno mi prenderò tutti gli episodi e me li guarderò!! Sì sì mi ispira

katiu ha detto...

Ivy, tranquilla: è molto più splatter CSI in confronto! Qua di scene crude non se ne vedono, è tutto moooooolto psicologico!

Bellissimo!!

sweet candy ha detto...

E' bellissimo!!! ^___^

vetsera ha detto...

Ho visto solo la prima serie e devo ammettere che avevo molta paura, ma non di lui, per lui...;)

Silvia ha detto...

Mmmm... sono curiosa...

;-)