mercoledì 15 ottobre 2008

Secoli bui


Questo non è l'oblio della morte,
e nemmeno
il soffio della vita.
E' un canto funebre,
l'interludio musicale
tra la vita e la morte,
e questo Requiem
è tutto ciò che ci resta
dopo il corso vitale
dell'una
e il gelido nulla
dell'altra.
Il Requiem ha i suoi crescendo e diminuendo;
ha i suoi fanatici dagli occhi sgranati,
i pazzi imbrattati di sangue,
i cultori della sensazione, i rivoluzionari
e gli aspiranti conquistatori.
Non si tratta della nostalgica melodia
dei cari estinti, però:
questa è la Sinfonia dei Dannati.

(Manuale dei Secoli Bui - Anonimo)

2 appunti di viaggio:

Silvia ha detto...

Che parole bellissime, che parole bellissime... bellissime!

Bella anche la foto!!!

;-))

Clorophilla ha detto...

Ciao Katiu, bella davvero bella!Tutto bene?Fortunatamente siamo già a metà settimana...Buon giovedì.Cloro