domenica 13 luglio 2008

Voglia di crostata

Vi è mai capitato di essere in giro da qualche parte e di pensare a cosa si potrebbe cucinare di buono il giorno successivo, giusto per soddisfare una propria voglia? Sì? Ecco, a me no. Però ieri pomeriggio, mentre girovagavamo per il centro commerciale di Curno, ad un certo punto il mio moroso mi ha guardato e mi ha detto deciso "Domani facciamo la crostata?". Prego, accomodati, la cucina è tutta tua! Io di certo non cucino. Al massimo, se vuoi, assaggio!

Quindi stamattina sveglia presto e, mentre io dosavo i giusti ingredienti, lui si preparava a trasformarsi nel piccolo chef verdellese.

Gli ingredienti principali sono:
300 grammi di farina 00
100 grammi di burro (da far sciogliere leggermente prima di usarlo)
100 grammi di zucchero
2 uova
1 buccia di limone grattata
1/2 bustina di lievito
1 vasetto di marmellata da unire a 2 cucchiai di cacao amaro

Impastare tutto insieme, fino ad ottenere una pasta morbida, gialla ed omogenea. Ricordarsi che per la torta non andrà utilizzata tutta la pasta creata, ma un po' va lasciata da parte per fare le decorazioni superiori.
Mettere la pasta nella tortiera precedentemente imburrata, e ricoprire il tutto con la crema ottenuta dalla marmellata col cacao. Oggi abbiamo soddisfatto la nostra voglia usando tutto un vasetto di marmellata alle prugne!


Ecco, ora che sono state inserite anche le decorazioni la torta è pronta da infornare. Il forno deve essere già stato precedentemente scaldato a 150° e la cottura durerà circa 40 minuti.
Oggi Riccardo aveva la vena poetica: certo che non tutti i cuoricini sono usciti perfetti, eh?



Bando alle ciance! La torta è risultata perfetta, l'abbiamo mangiata ancora tiepida, e il calore ne esaltava maggiormente i profumi.

Una fetta a testa, due alla sottoscritta (dopotutto l'ho detto all'inizio, io ho il compito dell'assaggio) e alla fine mezza crostata è già volatilizzata. Speriamo che per l'ora di cena ne sia avanzata almeno una fetta!

0 appunti di viaggio: