mercoledì 11 giugno 2008

Che fiori Rigogliosi !

Ogni volta mi sorprendo. Vedo i fiori nascere, crescere, fiorire e profumare, ed ogni volta mi sorprendo di come la natura, nel suo piccolo, sia magica.

Stasera sono arrivata a casa e, dopo aver portato la mia cagnolona dal veterinario per una visita di controllo, mi sono armata di macchina fotografica e ho girovagato per il nostro giardino. E' stupefacente come tutto cresca, come tutto sfidi le intemperie del tempo, la pioggia insistente o il sole accecante, e si innalzi verso il cielo, a far bella mostra di sè.


I nostri mandarini

La natura, fiori o frutti che siano, segue il suo ciclo vitale, ma per farlo ha bisogno di noi. Ha bisogno di terra buona, dove poter attaccare le proprie radici, dove poter assorbire i nutrimenti di cui necessita. Ha bisogno di acqua, per bere, dissetarsi, crescere alta e bella verde. Ha bisogno di concime, per rimpolparsi ben bene di tutte quelle sostanze che mancano alla terra. Ha bisogno di luce, di sole, per atteggiarsi un po' e farsi rimirare, e allo stesso tempo per scaldarsi e rincuorarsi.


L'ortensia del nostro balcone


Ma allo stesso tempo ha bisogno di noi. Noi, che la innaffiamo quando reclama sete. Noi, che la concimiamo quando capiamo che ha bisogno di vitamine per crescere forte. Noi, che le cambiamo la terra per farla cibare di tutte quelle sostanze che la renderanno bella. Noi, che l'amiamo, che le parliamo, che la coccoliamo, come se fosse un figlio, come se fosse parte di noi.


Le rose del nostro giardino

I fiori, alla fin fine, sono un po' come l'amore. Possono nascere su terreni che noi avremmo già dato per spacciati, dove malgrado tutto e tutti crescono, forti, carichi, energici, attaccando saldamente le loro radici a quella terra brulla. Crescono, crescono, e si fanno beffa di chi li avrebbe voluti spostare. Sorridono al sole, che li scalda con la sua luce e con il suo amore, e loro ringraziano vivendo del suo riflesso.


Le violette della nostra scalinata

I fiori, alla fin fine, sono un po' come l'amicizia. Se viene coltivata con pazienza, con dedizione, con passione, darà i suoi frutti. Crescerà coraggiosa, impavida, superando le differenze di colore, le differenze di tonalità. Vivrà dei propri profumi, dei propri aromi, e godrà quando le radici, nel terreno profondo, si intrecceranno tra loro.



Le violette del nostro balcone

I fiori, alla fin fine, sono come i nostri figli. Se amati, coccolati, lodati al momento giusto, sapranno capire che i rimproveri, i comportamenti duri e i cambiamenti di terreno servono a rinforzarli, a renderli forti, a renderli uomini. Se invece le cure mancano, allora i figli, così come i fiori, cresceranno incolti, senza un terreno ove posare le proprie radici.

E' l'amore, alla base di tutto, a far sì che i fiori, così come gli uomini, possano crescere Rigogliosi su questa terra!

3 appunti di viaggio:

IVY ha detto...

Katiu sei incredibile! Mi hai fatto venire la pelle d'oca ... per le fotografie sì, sono bellissime, ma soprattutto per le tue parole! Come fai? Sai toccare l'anima! BELLA TU!

Katiu ha detto...

Ivy ... mi fai arrossire ...
Quando scrivo .. a me viene spontaneo, le parole escono da sole ..

sweet candy ha detto...

Bella e brava Katiu!
...e ammazza, che meraviglie nel tuo giardino!