venerdì 23 maggio 2008

Grazie !

L'altro giorno era il mio compleanno. 30 anni. Tappa di una vita in cui si fanno bilanci, in cui si comincia a guardarsi indietro per vedere se ciò che si è seminato sta crescendo, o se l'aridità del terreno ne ha bloccato la fioritura.

Effettivamente non mi posso lamentare. La mia vita è sempre stata bene o male costellata di cose piacevoli, o di cose che ho voluto rendere, vedere, piacevoli. Sono un'inguaribile ottimista, non riesco a vedere le negatività della vita. Certo, so che così facendo prima o poi potrebbe anche arrivarmi qualche batosta, qualche colpo duro. Ma so anche che se non ci si rimbocca le maniche le negatività non passano da sole, non svaniscono in un soffio, in una nuvola. E rodersi il fegato per questo, stare male al pensiero di cosa potrebbe capitare, non fa altro che peggiorare le situazioni. A questo punto tanto vale affrontare la vita con un sorriso. Le nuvole, i temporali, prima o poi passano, ma un sorriso rimane sempre, scolpito nella memoria di chi lo riceve, di chi lo vede.

Quindi, tra bilanci, pensieri che vagano e vita che procede, mi sento "in dovere" di ringraziare chi mi è stato vicino nel "passaggio" dagli ENTI agli ENTA.

Ringrazio il mio moroso, che fa sempre l'indifferente, quello che fa finta di dimenticare i giorni importanti, ma che alla fine è sempre lì, accanto a me, amandomi nei giorni no e sopportandomi nei giorni si.

Ringrazio mamma e papà, che malgrado io sia ancora un'anima vagante per casa, con i miei umori altalenanti e i miei scatti improvvisi, sopportano, e non mi fanno mai mancare quell'affetto sincero di cui tutti, prima o poi nella vita, abbiamo bisogno.

Ringrazio chi mi ha riempito di messaggi, chi ha atteso la mezzanotte precisa per essere la prima, chi mi ha mandato frasi dolci per dimostrarmi il suo affetto e chi mi ha scritto il giorno dopo scusandosi per il ritardo.

Ringrazio chi mi ha intasato la casella di posta, con colazioni virtuali e auguri sinceri, chi mi mandato mail con allegati esplosivi e chi mi ha semplicemente scritto tanti auguri.

Ringrazio chi mi ha scritto da lontano dimostrandomi che, malgrado il tempo passi e le occasioni di incontrarci siano sempre meno, sono sempre nei suoi pensieri, sono sempre all'interno del suo cuore. Al di là delle vicessitudini, al di là di chilometri e differenze, al di là della vita.

Ringrazio chi mi ha scritto una lettera di auguri. Scritta non a computer, in modo freddo e distaccato, ma a penna, calcolando le parole ed esprimendo pensieri, dimostrandomi ancora una volta che l'Amicizia, quella vera, esiste. E che non si ferma davanti al tempo che passa e al fatto di essere uomini e donne.

Ringrazio anche chi gli auguri non me li ha fatti. So che, prima o poi, se ne ricorderanno. Non importa se allora mi scriveranno, mi chiameranno o mi parleranno. So che in quel preciso momento la mia parte del suo cuore si risveglierà, e tanto basta a volte per sentirsi vicini.

1 appunti di viaggio:

Anonimo ha detto...

Come al solito mi piace come scrivi e ciò che scrivi...oziare, piangersi addosso, inutili vittimismi...la vita non è facile..lo sappiamo..ma sai che noia se lo fosse???? Fortunatamente ci sono persone che lo capiscono..e, semplicemente, vivono! Può sembrare un'affermazione pessimista ma non lo è: "ogni respiro che fai potrebbe essere l'ultimo"...credo che vivere con questo dictat aiuterebbe molta gente a smettere di consumare i cuscini del divano...termino: l'amicizia vera esiste? Credo di sì...ed è l'unica che non chiede ma da', che non ha esigenze di carattere temporale (il quando ci si vede è sempre un dettaglio...meglio pensare al come passare bene quel tempo!), che non richiede la presenza fisica costante...perchè, ed è così, anche se passa del tempo da un incontro all'altro l'unica cosa che cambia nel rapporto è che si hanno molte più cose da raccontare...da condividere....ciao Katiu. Mirko...dimenticavo: AUGURI PER I TUOI ENTA!!!!!