martedì 29 aprile 2008

Vivere



Se una notte fermi il respiro e ascolti,
i tuoi sogni sono sempre più distanti
mentre fuori non c’è niente che non ti serve.

Se una notte ogni pensiero può salire a farti male
fino a non vedere quanto sia più forte di te vivere.

Contro il limite
vivere, e credere
che sia possibile
in una notte da niente ..

Se una notte cerchi il tuo nome
come un fiume cerca il mare,
e non sai risponderti
per quanto sia più grande di te vivere ..

Contro il limite
vivere, e credere
che sia possibile
in una notte da niente ..

Contro il limite di vivere così per vivere
fino a perdersi in una notte da niente
e ancora
contro il limite
vivere!

(Vivere così - Luvi De Andrè)

Vivere. Vivere. Vivere.

Superando il tempo, superando i giorni, le ore, i minuti. Andando al di là degli anni, dei secoli. E' possibile vivere in questo modo? E' possibile vivere la notte, vivere la luna e temere il sole, temere i suoi raggi. Cercare in ogni modo di nascondersi dalla luce, ripararsi dietro una nuvola, dietro un pianeta, dietro un sogno. O dietro un incubo?

La notte, con le sue ombre, con la sua luna e i suoi riflessi, con il suo silenzio e i suoi pensieri, nasconde vita. Ma una vita anomala, una vita che va oltre il terreno, oltre l'eternità.

Una vita irreale, che si ciba di amore, di desiderio, di frenesia .. e di sangue. Caldo, denso, infinito. Rosso, scintillante, accecante. Può un vampiro resistere a tutto questo? Può una creatura della notte sopravvivere a questo istinto, rimanere impassibile alla sua fame?

No. Altrimenti dovrebbe rinunciare alla vita, rinunciare alla luna, alla notte. Rinunciare a sè stesso.

"Godete pure della vostra pallida luce riflessa, io vivo solo della mia oscurità".

Credete alle creature della notte? Credete al loro richiamo? Qualunque sia la vostra risposta, prestate attenzione alle vostre spalle, al vostro cammino. Guardatavi bene dalle notti illuminate solamente dai vostri sogni.

0 appunti di viaggio: