domenica 13 aprile 2008

Alla corte dei Suardo

Bianzano, comune di poco più di 500 anime situato a circa 600 metri su una delle sponde del lago d'Endine.

Una volta all'anno, nel mese di agosto, il paese cambia, si trasforma, si tramuta. Non esistono più telefoni, televisioni, elettricità e acqua corrente. Non esistono più impiegati, manager e imprenditori. Non esistono più playstation e computer.

Il paese si risveglia in un epoca lontana, dove esistono solo cavalieri, dame e contadine. Dove lavorano maniscalchi, fabbri e pittori. Dove i bambini giocano con gli animali, con il fieno e con la natura.

Bianzano si risveglia nel medioevo.

La bottega dell'erborista

Il cortile del fabbro

Lo studio dei pittori

Il monaco farmacista


Ed è in questo periodo che si celebra l'anniversario di matrimonio tra il figlio della Famiglia locale, tale Giovanni di Baldino Suardo, con la figlia dei Signori di Milano, Bernarda Visconti.

Ed è proprio ricordando loro che Bianzano si riunisce "Alla corte dei Suardo".

0 appunti di viaggio: